/ Attualità

Attualità | 19 novembre 2019, 10:00

Cantieri presenti e futuri sulle strade provinciali, il punto del consigliere Isella: "Importante la manutenzione"

Tanti i cantieri aperti su tutto il territorio savonese, con un particolare occhio ai danni causati dal maltempo

Cantieri presenti e futuri sulle strade provinciali, il punto del consigliere Isella: "Importante la manutenzione"

Cantieri già aperti, cantieri che si aprono e cantieri che si apriranno. E' tanto il lavoro per gli uffici tecnici della Provincia e sulla scrivania del consigliere con delega alla viabilità Luana Isella.

Lo ha confermato lo stesso consigliere a margine della visita di ieri a Finale Ligure per verificare i lavori sulla SP27 da Finale ad Orco Feglino, uno degli esempi di opera che andrà ad iniziare. "Un cantiere abbastanza sospirato e che nei prossimi giorni sarà attivo" lo ha definito la stessa Isella, non certamente l'unico però, né sul territorio finalese né tantomeno su quello dell'intera provincia, divise in opere programmate da tempo ed interventi di urgenza.

Tra le prime si è affrontato ieri il discorso relativo alla sistemazione definitiva dello svincolo autostradale di Finale sulla SP490: "La notizia positiva è che si sta riuscendo ad arrivare ad una definizione con i proprietari dei terreni attraverso i quali scorre la sede stradale e si spera che entro inizio anno si possa dare il via ai lavori per il completamento della rotonda".

Per quanto riguarda le urgenze invece è il maltempo a dettare l'agenda. Molti sono stati, ad esempio gli interventi in Val Bormida causati dalla prima neve: "La nevicata della scorsa settimana ha avuto grosse conseguenze soprattutto sulle alberature. Purtroppo ad ora non riusciamo ad essere incisivi nel convincere i proprietari terrieri ad intervenire in manutenzione. Per questo alla prima nevicata copiosa non resistono e diventano pericolose per gli automobilisti. L'appello che facciamo è quello di dedicare un occhio particolare alla manutenzione per affrontare al meglio le prossime allerte".

Anche la pioggia ha creato parecchi grattacapi a chi deve intervenire per garantire la sicurezza sulle strade, con le frane protagoniste ad esempio ad Alassio, in località Moglio, e a Savona, in località Santuario: "Nel secondo caso stanno intervenendo i privati siccome il movimento franoso ha interessato un terreno privato. In via di definizione c'è invece il cantiere di Moglio: i lavori sono in fase di affidamento e a breve partiranno, per cui contiamo di riaprire la strada il prima possibile al transito".

Transito che è possibile, ma da sempre poco agevole, sulla SP23, che collega il ponente savonese alla Val Bormida passando per il Colle del Melogno. Si tratta di una delle più importanti arterie di collegamento tra costa ed entroterra, oggetto in passato di un nostro report (CLICCA QUI). 

"E' una delle strade maggiormente attenzionate per quanto riguarda il turismo outdoor - afferma Isella -. E' stato fatto un intervento importante di asfaltatura, non ultimo la scorsa estate e continuiamo a monitorarla perchè sappiamo essere una strada molto frequentata dai ciclisti, e dunque uno dei punti di riferimento per quanto riguarda le strade del finalese".

Ancora tanto quindi il lavoro da fare, e non intende fermarsi proprio ora il consigliere, nonostante qualche voce nei giorni scorsi la vedesse dimissionaria: "Si tratta di un semplice fraintendimento di una mia frase pronunciata nel corso di un confronto, forse accentuato da qualcuno che aspetta un mio passo indietro. Ma non è assolutamente nei miei piani".

Mattia Pastorino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium