/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 06 dicembre 2019, 14:00

Albisola Superiore: gli esiti del 1° concorso "Ceramiche nel verde"

Paolo D'Angeli vince il premio della giuria popolare, Barbara Mazzoli e Gabriele Resmini primi ex-aequo per la giuria tecnica

Nella sequenza fotografica, nell'ordine: D'Angeli, Mazzoli e Resmini

Nella sequenza fotografica, nell'ordine: D'Angeli, Mazzoli e Resmini

Con le votazioni della giuria popolare e di quella tecnica è terminato il 1° concorso nazionale Ceramica nel Verde, indetto dall'Amministrazione Comunale della Città di Albisola Superiore, con il patrocinio ed il sostegno dell'Associazione Italiana Città della Ceramica (AICC) e nato per valorizzare e promuovere l'eccellenza artistica che contraddistingue la città.

Con 496 voti, la giuria popolare ha decretato il successo dell’opera “Albisola Città d’Arte” di Paolo D’Angeli, presentata e realizzata presso lo Studio Ernan e posizionata sulla Passeggiata E. Montale. Le votazioni online si sono svolte dal 20 al 29 novembre e le preferenze espresse sono state 1314. Al secondo posto con 447 preferenze si è collocata l’opera collettiva “Direzioni verso il paese che… ci può essere”, al terzo Andrea Viviani con l’opera “Nebulosa”, che ha raccolto 255 preferenze e a seguire “P19natte” di Gabriele Resmin (89 preferenze) e “FatateMiti (vicino al mare)” di Barbara Mazzoli (27 preferenze)

La giuria tecnica, riunita in data 4 dicembre, presso la Sala Giunta e composta dal Presidente Giuseppe Bertero (professore di discipline pittoriche, scenografo e curatore della Mostra della Ceramica di Castellamonte), da Tiziana Casapietra (direttore artistico del Museo della Ceramica di Savona) e Massimo Agamennone (architetto e dirigente tecnico del Comune di Albisola Superiore) ha attribuito il premio ex aequo a:

Barbara Mazzoli con opera “FatateMiti (vicino al mare)”;

Gabriele Resmini con opera “P19NATTE”, presentata da Ceramiche Gaggero e Officina 900

con le seguenti motivazioni:

Per l’opera “FatateMiti (vicino al mare)”:

presenza artistica elegante e raffinata, che si colloca perfettamente nel contesto urbano in cui è collocata, frutto di studio relativo alla storia del territorio, che valorizza la leggenda della strega buona di Ellera.

Per l’opera “P19NATTE”

opera che realizza con fedeltà il progetto presentato, manifestando una forte coerenza con il territorio, attraverso un’interpretazione concettuale di una tradizionale immagine albisolese.

 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium