/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 06 dicembre 2019, 16:20

CGIL, CISL, UIL Savona al ministro Bellanova: "Urge piano Marshall per infrastrutture, territorio e crisi industriali Savonesi"

I sindacati: "Il Ministro si è reso molto disponibile ad ascoltare i problemi del territorio"

CGIL, CISL, UIL Savona al ministro Bellanova: "Urge piano Marshall per infrastrutture, territorio e crisi industriali Savonesi"

Così le segreterie savonesi delle sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil a seguito dell'incontro odierno con il ministro Teresa Bellanova: "La premessa per il nostro territorio è ripartire. Ripartire dalla soluzione delle tante, troppe crisi industriali ancora irrisolte e dare finalmente una prospettiva a migliaia di lavoratrici e lavoratori. 

In questi giorni  sono presenti oltre 50 cantieri in provincia di Savona causati dagli eventi meteorologici del 23 e 24 novembre che hanno causato decine di frane e smottamenti con il crollo del viadotto dell'autostrada A6 e la chiusura di tutte le più importanti vie di comunicazione da e per l'entroterra Savonese -polmone industriale della nostra Provincia.

È necessario un intervento strutturale per la messa in sicurezza del territorio, la manutenzione delle infrastrutture danneggiate e la costruzione di quelle nuove fondamentali per il territorio- Potenziamento della rete ferroviaria per la tratta SV-TO e SV-AL , la messa in sicurezza dell'autostrada A6 SV-TO e di tutte le vie di comunicazione che sono state danneggiate in primi la tratta SV-ALTARE - Colle di cadibona-. Oltre che alla messa in opera di tutte le infrastrutture terrestri da e per la piattaforma di Vado Ligure. 

I fatti meteorologici del 23 e 24 novembre devono essere trasformati in opportunità per l'intero territorio. La Liguria non è soltanto Genova. Savona è stata "colpita" doppiamente, prima con l'isolamento con tutto il paese  causato dal crollo del Ponte Morandi ed oggi con l'isolamento dell'entroterra alla costa .

Inoltre è necessario che al più presto il Governo riconosca l'esigenza di un "piano Marshall" così che ne chiede amo da tempo, visto la fragilità del nostro territorio , in cui finanziare la  messa in sicurezza del territorio, le aree interne , le infrastrutture e il potenziamento del comparto dell'agricoltura. Comparto che conta a SV circa 3000 occupati. Il 43% degli occupati dell'agricoltura in Liguria sono in provincia di Savona. 

Il Ministro si è reso molto disponibile ad ascoltare i problemi del territorio e si è impegnato a portare al presidente del consiglio e ai ministeri interessati i temi trattati dalle infrastrutture alla difesa del territorio. Inoltre ha sottolineato l'importante lavoro fatto in questo territorio per la buona gestione dell'area di crisi complessa , e la necessità di costituire immediatamente un tavolo straordinario a livello nazionale in cui affrontare le criticità della Liguria e di Savona.  

Senza una vera e propria presa d'atto e di coscienza del problema della nostra provincia da parte del Governo il nostro territorio è destinato ad un rapido declino economico e sociale , senza ritorno".

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium