/ Cronaca

Cronaca | 06 dicembre 2019, 19:22

Scena muta davanti al Gip per il 27enne che ha violentato l'ex convivente a Cairo

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri e attualmente è rinchiuso in carcere a Pontedecimo, in Tribunale si è avvalso della facoltà di non rispondere

Scena muta davanti al Gip per il 27enne che ha violentato l'ex convivente a Cairo

Si è avvalso della facoltà di non rispondere C.A, nigeriano, classe 1992, arrestato nei giorni scorsi dai carabinieri di Cairo Montenotte dopo essere stato colto in flagrante nel cortile del condominio mentre con grande brutalità colpiva e violentava l'ex convivente.

Ha fatto scena muta davanti questa mattina in Tribunale a Savona davanti al Gip Francesco Meloni l'uomo che è attualmente rinchiuso nel carcere di Pontedecimo con l'accusa di violenza sessuale aggravata, evasione e lesioni. Il Giudice per le indagini preliminari si è riservato di decidere la misura da sottoporre al ventisettenne.

La triste vicenda si è consumata intorno all’una di notte appena fuori dall’abitazione dell’uomo, a conclusione di una serata trascorsa insieme, quando questi ha costretto con la violenza la donna a subire un rapporto sessuale completo.

Solo le grida e la richiesta di aiuto della donna, di 26 anni, hanno attirato l’attenzione di un abitante dello stesso condominio che vedendo la scena ha immediatamente chiamato il 112.

Sul posto è intervenuta una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile che arrivata sul posto si è trovata di fronte l’uomo che ancora stava infierendo sulla ex compagna bloccandolo.

Il 27enne già agli arresti domiciliari (che avrebbe evaso per seguire la donna), già nel 2015 era stato condannato per tentata violenza sessuale. È accusato di violenza sessuale aggravata, evasione e lesioni.

La giovane è stata prontamente soccorsa e trasportata all'ospedale San Paolo dove le hanno diagnosticato 5 giorni per “escoriazioni varie da violenza sessuale”. 

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium