/ Cronaca

Cronaca | 09 dicembre 2019, 18:00

Quiliano, 3 milioni e 700mila di euro di danni per il maltempo, il grido d'allarme del sindaco Isetta: "Da soli non ce la facciamo, necessario impegno della Regione e dello Stato"

Il comune ha già stanziato 900mila euro di somme urgenze, ma le criticità nell'entroterra quilianese si sommano

Quiliano, 3 milioni e 700mila di euro di danni per il maltempo, il grido d'allarme del sindaco Isetta: "Da soli non ce la facciamo, necessario impegno della Regione e dello Stato"

"Abbiamo già deliberato 900mila euro di somme urgenze con fondi comunali modificando le precedenti programmazioni per dare una risposta immediata ad alcune esigenze prioritarie. Lancio un grido d'allarme, se la Regione e lo Stato non ci danno una mano noi da soli non possiamo farcela, è necessario un impegno importante".

Il sindaco di Quiliano Nicola Isetta esprime tutta la sua preoccupazione in merito alle criticità riscontrate sul territorio dopo le violenti piogge che hanno colpito tutta la provincia e in particolare il comune quilianese assoggettato, soprattutto nell'entroterra, a diversi crolli delle strade venute a crearsi a seguito di imponenti frane.

"Situazione pesante, abbiamo un numero significativo di più 30 punti di criticità sul territorio, 3 milioni e 700 mila euro di danni in un territorio che è interessato per più dell'80% da boschi dove però ci sono strade e comunità che ci vivono".

Le più imponenti sono avvenute a Roviasca (a monte e a valle, con il crollo della strada, è stata installata una barriera per evitare ulteriori cadute) e ai Tecci in diversi punti della località. Ma si sommano le urgenze anche alla Faia, in via Pue, via Villanova, località Gallo, Nocetta e Montagna, via Capanne, via Pellegrini, via Viarzo e rio Pattano.

"Abbiamo attività agricole che necessitano di una mano in questo senso, il comune più di tanto non riesce, devono riuscire velocemente a mettere a disposizione delle risorse per aiutare questo riassetto necessario e fondamentale per guardare avanti" conclude il primo cittadino.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium