/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 10 dicembre 2019, 12:28

Prestito con Convenzione NoiPa: Come Funziona e Come Richiederlo

Il prestito con convenzione NoiPa è una tipologia di elargizione di una somma che viene data in prestito da alcuni Istituti di Credito nei confronti di lavoratori che hanno un contratto di impiego nell'Amministrazione Pubblica

Prestito con Convenzione NoiPa: Come Funziona e Come Richiederlo

Il prestito con convenzione NoiPa è una tipologia di elargizione di una somma che viene data in prestito da alcuni Istituti di Credito nei confronti di lavoratori che hanno un contratto di impiego nell'Amministrazione Pubblica, con tassi di interessi nella restituzione del denaro di tipo agevolato rispetto ad altri finanziamenti.

Come funziona?

Si tratta di una tipologia di prestito regolata da una convenzione fra il Ministero dell'Economia e delle Finanze e gli Istituti bancari aderenti: queste ultime si impegnano a rilasciare somme di denaro nei confronti dei dipendenti pubblici che lo richiedano, con tassi di interesse non superiori a quelli stabiliti dal MEF e a procedere nel prelievo delle rate da restituire direttamente dallo stipendio mensile. La rata del prestito non deve superare un quinto dello stipendio, può conciliarsi con altre forme di finanziamento in corso ed il saldo deve avvenire entro 10 anni dall'erogazione iniziale.
Coloro che possono accedere a questo finanziamento sono coloro che possiedono un contratto di impiego all'interno dei Ministeri, Regioni e autonomie locali, Comuni, Agenzie Fiscali Enti Pubblici non economici, Dipendenti della Scuola, Personale della Sanità, Presidenza e Dirigenza del Consiglio dei Ministri, Enti riferiti all'articolo 70 del Decreto legislativo 165/2001, Personale della Magistratura, Avvocati e Procuratori dello Stato, Forze armate compresi membri dell'Esercito, della Marina Militare e dell'Aeronautica, Guardia di Finanza, dipartimento della Pubblica Sicurezza, i Corpi della Forestale, dei Vigili del Fuoco e della Polizia Penitenziaria. Possono accedervi insomma tutti quegli impiegati della Pubblica Amministrazione che vengono pagati per mezzo della piattaforma NoiPa istituita dallo Stato.

Assieme alla rata mensile da restituire, verrà aggiunta una somma destinata alla copertura assicurativa del prestito in forma obbligatoria, che copra la possibilità che si verifichino eventi spiacevoli come licenziamento o morte. Questo prestito può essere erogato anche se c'è altro finanziamento in corso, a patto che la somma delle rate non superi il 50% del netto dello stipendio e funziona in forma di delega, consentendo alla Pubblica Amministrazione di sottrarre direttamente in busta paga la somma dovuta all'Istituto bancario, così da non dover affrontare le lunghe code della Posta o della Banca per effettuare il pagamento rateale.

Come richiederlo?

Per poter richiedere questo prestito, che raggiunge somme pari anche a 75 mila euro, bisogna presentarsi in un Istituto di Credito convenzionato con NoiPa e presentare un documento di identità, il proprio codice fiscale e l'ultima busta paga fornita dalla Pubblica Amministrazione con piattaforma NoiPa, maggiorni le informazioni le trovi sul sito per la simulazione dei prestiti personali https://www.simulazioneprestito.com. Se i requisiti riferiti alla possibilità di restituzione in 10 anni e quelli inerenti ad altri finanziamenti in corso vengono rispettati, nel giro di poco tempo si avrà disponibile la somma richiesta. La consulenza nella banca prescelta è solitamente gratuita e consente di farsi un'idea sull'effettiva somma da versare per ogni rata. Non tutte le banche operano questo genere di servizio, per questa ragione bisogna informarsi preventivamente su quali Istituti di Credito forniscono questi prestiti.

Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium