/ Economia

Economia | 11 dicembre 2019, 11:30

125 anni di storia che regalano, ancora oggi, mobili da sogno

La Fabbrica di Mobili di Villosio vanta una bella storia, fatta di passione e di abilità artigianale di primissimo livello. Dall’Azienda escono solo pezzi unici che profumano di legno e rendono raffinato ogni ambiente.

125 anni di storia che regalano, ancora oggi, mobili da sogno

125 anni non sono pochi. In questa Storia, quella della Fabbrica di Mobili Villosio, sono un numero di giornate infinite fatte di pensieri, di lavoro e sudore, di andarivieni di seghe e pialle, linee immaginate che prendono forma. E ancora fatica, legni da dominare, sorrisi e soddisfazioni, intuizioni e soluzioni nella calma della notte. Anni in cui ogni generazione Villosio trasmette alla successiva una inesauribile passione, quella che ha reso oggi l’Azienda leader nella fabbricazione artigianale di mobili e arredi per le case, per coloro che ricercano sapiente artigianalità ed unicità. Ogni mobile, ancora oggi, è un pezzo unico.

Iniziò tutto nel 1894, Giuseppe Villosio mise su bottega a Villanova Solaro. Una falegnameria per tutte quelle necessità che occorrevano ai tempi, portoni e scaffali nelle case e nelle cascine. Un lavoro povero ma sempre dignitoso, e ogni cosa piano piano cresceva.

Nello scorrere lento di quegli anni, nacquero tre figli, Domenico, Carlo e Giuseppe. Bimbi vivaci e curiosi che, mentre giocavano con i trucioli e ammiravano le abili mani del padre, si innamoravano del mestiere. Nulla impedì loro di prendere in mano la bottega da più grandi, pur essendo tempi di guerra, perchè il legno è sempre stato utilissimo, anche solo per fare cassette per le munizioni.

Neanche quelle epoche dure e scarne fermarono la volontà di tirare avanti, sognando tempi migliori. Che arrivarono.

L'Azienda divenne matura e iniziò ad ingrandirsi. Negli anni ’50, Domenico, Giancarlo e Giuseppe diedero il via alla produzioni di mobili per l’arredamento, affermandosi nella produzione del mobile barocco in noce nazionale, e via via si andavano aggiungendo manufatti in legno che promuovevano le linee innovative di quegli anni. Verso gli anni ’60 si trasferirono a Costigliole Saluzzo, in Piazza Nuova. Purtroppo qui, nei laboratori si sviluppò un incendio che distrusse tutto. Inarrestabili, i tre non si fecero prendere dallo sconforto e si trasferirono nella sede attuale, più grande, in Via Busca, sempre a Costigliole Saluzzo.

In quegli anni, misero piede nell’azienda anche i figli di Domenico, Giancarlo e Giuseppe (Beppino), che presero presto le redini dell’attività e diedero impulso, negli anni ‘80, sia alla produzione, con l’inserimento di cucine complete, camere e camerette, sia sotto il profilo commerciale, facendosi conoscere ed apprezzare dalla vicina Liguria, dalla Francia e Costa Azzurra, dal Belgio e, naturalmente, in tutta l’area nordovest dell’Italia.

L’Azienda iniziò ad essere riconosciuta sul mercato per l’altissima abilità artigianale e la creatività della realizzazioni, rigorosamente su misura, al millimetro. Per il legno usato, sempre selezionato con estrema attenzione da parte di Giancarlo e Beppino e per costante la cura e riguardo per i dettagli.

Questa fama li portò presto ad iniziare a collaborare con architetti e arredatori, che trovavano nella Villosio un partner perfetto per realizzare, oltre tutto l’arredamento, anche opere in legno di pregio, quali scale, boiserie, portoni, rivestimenti di ambienti, elementi arredativi di eccellenza.

Dagli anni ‘90 è il momento di Marco e Domenico, figli di Giancarlo. Entrano in azienda portando il contributo dell’innovazione crescente degli anni, pur mantenendo intatta l’anima artigianale. Vengono migliorate le fasi di lavorazioni, sia nel controllo e ottimizzazione della produzione ma anche in quello della progettazione, dove diventa possibile, tramite i softwere di rendering, visualizzare prima gli ambienti da creare coinvolgendo di più i clienti nella progettazione. Inoltre si adeguano tutte le certificazioni alle nuove normative e si migliorano tutti gli standard lavorativi. Dalla consulenza iniziale, che cerca sempre la soddisfazione del cliente, anche totalmente chiavi in mano se desiderato, tutti i passaggi successivi si svolgono nei laboratori dell’Azienda, compresa la laccatura, con 20 persone specializzate che si prendono cura in modo quasi maniacale delle varie fasi di lavorazione. Piccolo o grande l’investimento che ciascun cliente fa nei propri mobili, la cura e l’attenzione è sempre la medesima.

Nell’ultimo anno viene anche rinnovata l’immagine aziendale, con un restyling del logo e della linea comunicativa. Design ed eleganza contraddistinguono gli stand delle numerose fiere cui l’Azienda partecipa, in particolare l’appuntamento fisso a Expo Casa a Torino.

Nonostante gli ultimi anni di crisi del settore, Marco e Domenico non si sono persi d’animo e, grazie alla qualità del loro lavoro, al ricco dna di tradizione e alla solidità aziendale, sono riusciti a mantenere un ritmo efficace per preservare la qualità delle lavorazioni. Per scelta decidono anche di dedicarsi principalmente al mercato interno.

Ed è così che, 125 anni dopo, dalla Villosio continuano ad uscire mobili e arredamenti da sogno, che durano nel tempo. Mobili dai particolari preziosi, come i cassetti ad incastro a coda di rondine, e dalle linee raffinate che scaldano gli ambienti e conferiscono atmosfere di rara bellezza.

Nei 1500 mq di esposizione la possibilità di approfondire materiali, linee e qualità, oltre a poter scegliere anche subito un mobile Villosio, un’opera d’arte pronta per valorizzare la nostra casa.

rg

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium