/ Attualità

Attualità | 12 dicembre 2019, 16:55

Tpl, in commissione consiliare a Savona presentato il piano industriale: nessun esubero ma blocco del turnover

In comune la presidente Sacone ha confermato che il 90% dell'attuale chilometraggio sarà gestito da Tpl e il 10% andrà in gara ad un privato

Tpl, in commissione consiliare a Savona presentato il piano industriale: nessun esubero ma blocco del turnover

Sindacati, rsu, i consiglieri comunali, gli assessori Silvano Montaldo e Massimo Arecco e al centro la presidente di Tpl Simona Sacone.

Questi i protagonisti del pomeriggio in comune a Savona nella seconda commissione consiliare che ha visto esporre dalla numero uno del trasporto pubblico locale il percorso effettuato per l'affidamento in house e il piano industriale 2020-2029.

I soci di Tpl ora dovranno valutare se il piano ha tutti gli elementi per poter garantire la sostenibilità dell'in house. Se ci sarà una valutazione positiva l'ente affidante dovrà presentare una pre informativa entro il 31-12: una data fondamentale, praticamente l'ultima. Se non viene presentata al 1 gennaio 2020 si rischia il taglio del 15% dei contributi della Regione. Intanto il prossimo 19 dicembre si svolgerà l'assemblea dei soci.

"Tra i punti fondamentali del piano è presente il mantenimento in servizio di Tpl dell'attuale organico, non ci sarà nessun esubero e nessun trasferimento del personale - spiega Simona Sacone - c'è la necessità di tagliare il servizio pubblico in due parti, il 90% dell'attuale chilometraggio e il 10% dato in gara ad altri: prevedendo la riformulazione degli elementi gestionali dell'azienda. Si tratta di un piano molto conservativo e poco ottimista, abbiamo l'esigenza di valutare la sostenibilità dell'azienda, prevedendo che non vi siano peggioramenti".

Due aspetti, sul quale si è soffermato anche il consigliere di Rete a Sinistra Marco Ravera, dopo gli interventi del consigliere Manuel Meles (M5S), Cristina Battaglia (Pd) e Luigi Bussalai (Vince Savona), sono il parziale blocco del turnover e l'assunzione di due figure manageriali (per un totale di 320mila euro): "Ho detto che non c'è turnover fino al raggiungimento dell'organico del 90% del servizio. Sull'assunzione di due manager, riscontro comportamenti altalenanti, se diamo un ruolo ad una persona già presente in azienda ci dite che c'è bisogno di persone preparate e tecniche, se invece pensiamo di avere una figura tecnica ci dite che spendiamo tutti questi soldi per una figura manageriale, abbiamo bisogno di queste figure che coprano anche ruoli di responsabilità".

"In un anno e mezzo sono cambiate tante cose, abbiamo evitato lo spauracchio del taglio del 30% sulla contribuzione pubblica e Tpl ha chiuso un bilancio 2016 con una perdita non consistente (600mila euro), fortunatamente è cambiato qualcosa nelle normative. Abbiamo ancora dei ritardi, non imputabili nè a Tpl nè al comune di Savona, per riuscire nei tempi corretti a fare gli adempimenti necessari" ha continuato l'assessore al bilancio e alle società partecipate Silvano Montaldo.

 

 

 

 

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium