/ Attualità

Attualità | 12 dicembre 2019, 15:18

Celle, non è ancora detta l'ultima parola per il consorzio Promotour: lanciata online una petizione contro la chiusura

E' il consigliere di minoranza, nonchè figlio del presidente del consorzio, Jacopo Abate, a lanciare la campagna sul sito change.org

Celle, non è ancora detta l'ultima parola per il consorzio Promotour: lanciata online una petizione contro la chiusura

"Salviamo il turismo a Celle Ligure". E' questo il grido che si alza dal sito change.org con una petizione rivolta all'amministrazione comunale cellese del sindaco Caterina Mordeglia dopo la distanza di vedute che da tempo divide la giunta ed il consorzio Promotour.

A lanciare l'allarme nel tentativo di portare ad una pace tra le parti è il consigliere di minoranza, nonchè figlio del presidente di Promotour, Jacopo Abate, che spiega: "Aiutiamo l'imprenditoria e i commercianti a non chiudere bottega come succede ogni giorno in tanti comuni italiani".

L'obbiettivo è quindi quello di mantenere in vita alcune iniziative promosse dal consorzio: "Con questa petizione chiediamo di non cancellare: il 'Paese dei balocchi per i bambini', la 'Casa di Babbo Natale', la festa di Capodanno e di non cancellare i mercatini della seconda domenica di ogni mese in modo che il consorzio Promotour che esiste da 25 anni non chiuda e continui a investire i suoi utili sul turismo e per mantenere celle come la vediamo oggi".

"Cosi facendo continueranno a esistere manifestazioni come 'Acciugalonga', la 'Cena delle rose', 'Vin per focaccia', 'Basilico night', la 'Notte viola', il 'Borgo in festa', 'Man d'Ommu' e tutte le altre che conoscete. Non facciamo morire Celle Ligure" conclude Jacopo Abate.


Mattia Pastorino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium