/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 13 dicembre 2019, 16:37

Albenga, Roberto Tomatis: "Ampliare gli orari di apertura dei negozi? Una follia"

Il consigliere di minoranza: "I commercianti hanno già dato troppo lottando quotidianamente contro tasse e burocrazia"

Albenga, Roberto Tomatis: "Ampliare gli orari di apertura dei negozi? Una follia"

«Ampliare gli orari di apertura dei negozi? I commercianti hanno già fatto la loro parte lottando tra tasse, burocrazia sempre più complessa e balzelli vari per resistere alla crisi economica dilagante. Adesso tocca a chi governa Albenga cominciare a lavorare seriamente per risolvere i problemi economici della nostra città». Il consigliere Roberto Tomatis attacca il Sindaco Tomatis e l’assessore Mauro Vannucci che avevano sollecitato maggiori sforzi da parte dei commerciati: «Sindaco e Assessore dedichino più tempo ai problemi reali della gente. Siano loro a dilatare gli orari di lavoro per la città di Albenga, dopo aver investito diverse decine di migliaia di euro per le luminarie natalizie nel centro storico, dimenticando peraltro le frazioni e accollando ai balneari nuove spese per lo smaltimento del legname accumulato sulle spiagge durante l’ultima mareggiata. 

Questa maggioranza, a pochi mesi dalle elezioni, sta già dando segnali evidenti di mancata coesione e invece di cercare di risolvere occuparsi dei problemi dei cittadini e delle attività produttive, è concentrata a fare foto e a pubblicare selfie sotto l’illuminazione artistica delle torri, nella speranza che i turisti in arrivo ad Albenga possano risollevare un’economia che, da troppo tempo, è in sofferenza.

«I commercianti, negli ultimi anni, si sono rimboccati le maniche e hanno investito per rinnovare i propri locali, aprirne nuovi e ampliare i servizi facendo si che il centro storico rivivesse e tornasse ad essere il luogo ideale dove incontrasi e trascorrere belle serate. Ora tocca all’amministrazione Tomatis darsi da fare per risollevare le sorti di una città che per storia, architettura, tradizioni e economia era una perla a livello regionale, se non nazionale e oggi riesce a malapena a stare a galla».

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium