/ Savona

Savona | 11 gennaio 2020, 12:30

Autovelox Toirano, i ricorrenti: "Provincia di Imperia non autorizzata ad operare". Come nel caso Cadibona, multe da annullare?

Sono già molteplici i ricorsi alle sanzioni elevate dell'impianto attivato dalla Provincia al km 2+600 in direzione mare - monte: un'installazione che lascia più di un dubbio nei cittadini, pronti ad adire alle vie legali

Autovelox Toirano, i ricorrenti: "Provincia di Imperia non autorizzata ad operare". Come nel caso Cadibona, multe da annullare?

Prosegue a Toirano la querelle relativa all'autovelox posizionato lungo la strada provinciale. Come già riscontrato nei giorni scorsi, sono molteplici i ricorsi alle sanzioni elevate dell'impianto attivato dalla Provincia al km 2+600 in direzione mare - monte: un'installazione che lascia più di un dubbio nei cittadini, pronti dunque ad adire alle vie legali per tutelare la propria posizione.

A non convincere, in primis, è la collocazione dell'autovelox. Si suppone, infatti, che la Provincia lo abbia installato in un tratto di strada esterno alla perimetrazione urbana, ma secondo alcuni rilevamenti potrebbe non essere così: a quel punto, l'impianto andrebbe rimosso dalla posizione attuale.

Secondo il parere legale raccolto da chi ha avanzato ricorso, inoltre, l'autovelox sulla provinciale di Toirano non sarebbe stato autorizzato per quella posizione: la corte di Cassazione ordina infatti che il provvedimento prefettizio di autorizzazione alla posa degli impianti preveda esplicitamente i casi nei quali gli stessi possano essere posti sulla corsia opposta rispetto a quella delle rilevazioni. Questa specifica non appare evidente e pertanto sarebbe stato eventualmente necessario un secondo provvedimento specifico.

L'argomento principe sul quale si fonda la tesi dei ricorsi, però, rimane la competenza della Provincia di Imperia ad elevare dei verbali di contestazioni per eccesso di velocità ai trasgressori su un territorio provinciale differente: una competenza che risulterebbe illegittima secondo l'articolo 12 del codice della strada. Il territorio provinciale di Savona non vede la presenza di un corpo di polizia provinciale, la convenzione tra i due enti provinciali per la delega alle funzioni di polizia stradale lo riconosce esplicitamente: dal momento in cui la polizia di Savona non ha un corpo di polizia provinciale, a farsi carico delle rilevazioni e della redazione dei verbali è la provincia di Imperia, con la Provincia di Savona che opererà al fine di notificare i verbali di contestazione, procedere all'incasso e farsi carico del contenzioso. Tutto questo viene spiegato in chiaro sul sito della Provincia.

A supporto di questo c'è un precedente, datato giugno 2019, che portò all'annullamento delle multe dell'autovelox sulla Sp 29 del Cadibona. Facendo leva su ciò, dunque sull'impossibilità per la Provincia di Imperia di operare fuori dal territorio di sua competenza, il legale si chiede come mai sia stato installato un altro autovelox sul territorio provinciale con le stesse premesse.

Va poi sottolineato come la Provincia di Imperia al momento della stipula della convenzione avesse fatto inserire la clausola secondo cui avrebbe immediatamente interrotto l'erogazione del servizio di rilevazione delle contravvenzioni stradali con la Provincia di Savona qualora fossero ravvisati dei profili di illegittimità.

Infine, relativamente alle multe comminate tra il 6 e il 14 novembre, sussistono dubbi anche sulla posa dell'impianto. Secondo il capogruppo della minoranza toiranese Roberto Bianco e il consigliere Mattoscio, che hanno presentato in Provincia un'istanza di accesso agli atti, sarebbe stata ancora provvisoria (una documentazione fotografica lo dimostrerebbe) ma nonostante ciò l'autovelox era attivo. Dai banchi della minoranza sottolineano quindi che la messa in opera dell'impianto doveva avvenire sui presupposti del regolare funzionamento e quindi della definitiva messa in opera.

Roberto Vassallo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium