/ Attualità

Attualità | 19 gennaio 2020, 15:16

Alberi secolari tagliati nel cimitero: scoppia la polemica a Piana Crixia (FOTO)

Parecchi cittadini hanno espresso il proprio malcontento sul gruppo Facebook "Sei di Piana se...". La decisione di tagliare le piante è stata presa dal comune per motivi di sicurezza

Alberi secolari tagliati nel cimitero: scoppia la polemica a Piana Crixia (FOTO)

Polemiche social per il taglio dei 28 alberi ad alto fusto presenti all'interno dell'area cimiteriale in località Borgo. Nei giorni scorsi, alcuni cittadini hanno espresso il proprio malcontento sul gruppo Facebook "Sei di Piana se...". Tra questi, anche l'ex sindaco Luigi Sormano, in carica dal 1999 al 2004. 

"Tutti, ripeto tutti, gli alberi all'interno del cimitero sono stati rasi al suolo. Qualche centinaio d’anni di storia di Piana cancellati da una decisione scellerata e vorrei capirne le motivazioni - ha postato sul gruppo Facebook l'ex primo cittadino - Non si devasta una casa senza prima sentire cosa ne pensa la gente. Come pianese sono veramente furibondo e vorrei che gli amministratori mi spiegassero, non solo a me, ma a tutti i cittadini cosa diavolo gli è saltato in mente".

"Sono stata al cimitero per un funerale. In effetti ho visto il deserto. Pini tagliati a raso ancora sani. Capisco la sicurezza, ma una tromba d'aria come quella dello scorso agosto non si ripete ogni anno. A mio avviso, si poteva potarli e renderli più piccoli" aggiunge un'altra utente. 

E poi ancora: "Non ci posso credere. I suoi alberi secolari conferivano al cimitero di Piana un aspetto maestoso". 

Come riportato dalla nostra redazione lo scorso mese di novembre, tale decisione è stata presa dal comune per motivi di sicurezza. Un provvedimento necessario, secondo l'amministrazione Tappa, dopo la tromba d'aria (e pioggia) che ha colpito il comune valbormidese lo scorso 12 agosto. Le delibera relativa all'approvazione della perizia tecnica risale al 26 ottobre. 

La spesa quantificata in 50 mila euro, è stata interamente finanziata con il contributo ottenuto dal comune, attraverso il decreto legge 30 Aprile 2019, n. 34 recante: “Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi”. 

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium