/ Coldiretti Informa

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Coldiretti Informa | 13 febbraio 2020, 10:27

Consumi, Coldiretti: "Bene fronte unanime contro etichettatura nutriscore che penalizza il made in Liguria"

“Purtroppo con questi tipi di etichettatura si rischia di promuovere prodotti artificiali di cui in alcuni casi non è nota neanche la ricetta e di sfavorire, invece, elisir di lunga vita come l’olio extravergine di oliva pilastro della dieta mediterranea, e simbolo del nostro territorio

Consumi, Coldiretti: "Bene fronte unanime contro etichettatura nutriscore che penalizza il made in Liguria"

Serve mantenere alta la guardia contro le etichette nutrizionali che rischiano di affermarsi nell’Unione Europea sotto la spinta delle multinazionali e che bocciano ingiustamente quasi l’85% in valore del Made in Italy a denominazione di origine (Dop), tra cui spiccano grandi eccellenze liguri come l’olio DOP Riviera Ligure che andrebbero invece tutelate e valorizzate fuori dai confini nazionali.

E’ quanto afferma Coldiretti Liguria nell’esprimere apprezzamento per il via libera unanime dell'Aula della Camera alle mozioni contro il nutriscore a partire da quella presentata su iniziativa del presidente di FdI Giorgia Meloni. L’etichetta nutri-score francese e quella a semaforo inglese che si stanno diffondendo in diversi Paesi, e modalità similari, penalizzano la dieta mediterranea e le grandi produzioni di qualità Dop e Igp italiane. Si tratta infatti di sistemi fuorvianti, discriminatori ed incompleti che finiscono per escludere paradossalmente dalla dieta alimenti sani e naturali che da secoli sono presenti sulle tavole per favorire prodotti artificiali di cui in alcuni casi non è nota neanche la ricetta.

“Purtroppo con questi tipi di etichettatura - affermano il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa – si rischia di promuovere prodotti artificiali di cui in alcuni casi non è nota neanche la ricetta e di sfavorire, invece, elisir di lunga vita come l’olio extravergine di oliva pilastro della dieta mediterranea, e simbolo del nostro territorio. È inaccettabile spacciare per tutela del consumatore un sistema che cerca invece di influenzarlo nei suoi comportamenti orientandolo a preferire prodotti di minore qualità. Non bisogna mai dimenticare che l’equilibrio nutrizionale va ricercato tra i diversi cibi consumati nella dieta giornaliera non nel singolo prodotto, come prevede la proposta italiana del sistema a batteria che non attribuisce presunti “patentini di salubrità” ad un alimento”. 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium