/ Solidarietà

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Solidarietà | 14 febbraio 2020, 18:51

Il Lions Club di Alassio e Albenga promuovono “Lo star bene a scuola” con l'Ortoterapia

Il progetto coinvolge l'alberghiero di Alassio e vede un laboratorio per la “manualità verde” anche per gli alunni in carrozzina

Il Lions Club di Alassio e Albenga promuovono “Lo star bene a scuola” con l'Ortoterapia

Grazie a Fondazione De Mari, a Confagricoltura Savona, all'assessorato alle Politiche Scolastiche del Comune di Alassio, ai Lions Club di Alassio - Baia del Sole ed Albenga Host, ed al Collegio degli Agrotecnici Diplomati e Laureati di Savona, gli studenti con disabilità potranno usufruire di un laboratorio didattico per orto-garden terapia.

Il progetto della nuova struttura dell’alberghiero di Alassio che si affiancherà ai Laboratori Multimediali per la Didattica Speciale, Cucina e Bar del Sorriso viene varato alla presenza di Luca De Michelis, presidente di Confagricoltura Liguria, dell’assessore Fabio Macheda, della consigliera Alessandra Aicardi, di Valentina Perna e Dario Zunino, presidenti dei Lions Club di Alassio ed Albenga e di Roberto Luciano, presidente del collegio degli agrotecnici diplomati e laureati di Savona.

L’Ortogarden, progettato dal Collegio Provinciale Degli Agrotecnici Diplomati e Laureati di Savona, sarà realizzato dalle aziende aderenti a Confagricoltura Savona, con il contributo della Fondazione De Mari e dei Lions Club Di Alassio e Albenga e rappresenterà il primo esperimento di didattica speciale circolare nel quale “produco e cucino ciò che semino o propago per talee”.

La struttura, oltre a completare l’offerta laboratoriale per gli alunni con speciali abilità, garantirà alla cucina della scuola l’apporto di aromatiche per il progetto “Pasta ai profumi di Liguria” in cui sono impegnati i docenti del corso enogastronomico nell’ ideazione e produzione di paste fresche e secche impreziosite dalle aromatiche della piana albenganese.

Ancora una volta viene confermato il paradigma che qualsiasi investimento per l’integrazione degli alunni svantaggiati ha ricadute su tutto il sistema educativo-formativo: dai portatori di handicap alle eccellenze.

Il nuovo laboratorio per la “manualità verde” garantirà anche agli alunni in carrozzina di poter svolgere attività orto-colturali: dalla propagazione per talee, alla semina, dalla potatura agli innesti.

“Il nuovo laboratorio per la didattica speciale - come hanno sottolineato i sostenitori del progetto – è un esempio straordinario di come sia possibile realizzare, attraverso partnership e collaborazioni tra attori del territorio, iniziative ed azioni altrimenti di difficile attuazione per i singoli. Una testimonianza tangibile di come 'fare insieme sia più conveniente e più efficace che fare da soli'”.

Il progetto Ortogarden del Sorriso, realizzato su progetto dell’agrotecnico Simone Cirio dall’azienda Garden Service di Giuliano Michelini di Borghetto S. Spirito, sarà coordinato dai docenti Roberto Luciano, Viviana Scuderi, Concetta Panuccio, Anna Romeo e Franco Laureri.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium