/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 15 febbraio 2020, 07:30

Un ricco weekend di eventi allieta la provincia di Savona

Le mostre ad Albissola e Finale, Choco Art ad Albenga e molto altro nel savonese

Un ricco weekend di eventi allieta la provincia di Savona

Savona: Il volume Pio VII, primo Papa moderno (di Maria Luce Gazzano, Laura Arnello, Marco Ghione, Alessio Rògano, con la collaborazione di Giovanni Gallotti), che Storia Patria ha visto crescere nella sua biblioteca ed a cui ha dato il patrocinio, sarà presentato sabato 15 febbraio (ore 16.00, Città dei Papi, via dei Mille, 4, Savona).

Sabato 15 febbraio alle ore 18 presso la libreria Ubik di Savona, incontro con lo scrittore Francesco De Giorgio e presentazione del libro "Nel nome dell'animalità di cavalli cani umani e altri animali" (Editore L'Età dell'Acquario). L'evento sarà introdotto da Sabrina Calcagno. Cosa significa scrivere nel nome dell'animalità? Significa assumere una prospettiva diversa, guardare il mondo animale con occhi nuovi, lasciarsi coinvolgere in una narrazione che vede quali coprotagonisti anche noi, gli animali umani; ma significa anche lottare contro la negazione e l'oppressione dell'animalità. Quest'ultima è un patrimonio unico, primigenio, un richiamo ancestrale, un inno biologico, che scuote dalle fondamenta le sovrastrutture costruite da una filosofia e da uno stile di vita troppo antropocentrici, che hanno portato l'uomo a distanziarsi sempre di più dagli altri animali. Tutto questo ci viene spiegato in questo libro, che ci propone una via, anzi più d'una, per comprendere l'animalità. De Giorgio ci presenta un nuovo paradigma biologico ed etologico totalmente antispecista, che rende possibile una nuova coesistenza e apre le porte a un'autentica liberazione. In occasione dell’anniversario del rogo di Giordano Bruno (17 febbraio 1600) e della nascita di Galileo Galilei (15 febbraio 1564), entrambi perseguitati per il loro pensiero e i loro studi, il Circolo UAAR di Savona propone un incontro per riflettere sul tema dei rapporti tra filosofia, scienza e inquisizione. L’appuntamento è presso la sede del Planetario che sarà possibile visitare. "Dal rogo di Giordano Bruno all’abiura di Galileo Galilei. Filosofia, scienza e inquisizione". A seguire: visita al Planetario

Sabato 15 febbraio 2020, alle ore 17.00, presso il Museo nautico di Piazza Cavallotti 2 Savona. Ingresso libero. Relatori: Rosanna Lavagna, Dario Zucchelli.

Alassio: Sabato 15 febbraio alle ore 17 presso la galleria Artender in Passeggiata Cadorna 53, l’Arte e la Finanza si incontrano in un appuntamento che ne analizza similitudini e differenze in un intenso dialogo tra le opere d’arte dell’artista Silvia Celeste Calcagno e i consulenti finanziari e patrimoniali Saviozzi e Miceli, accompagnati dalla critica d’arte Francesca Bogliolo. L’incontro, primo di un intenso ciclo dedicato ai cinque sensi, vuole finalizzare l’attenzione dell’utenza sulla vista, capace di rivelare agli occhi di chi guarda nuove prospettive artistiche ed economiche. L’arte e la finanza analizzate con uno spirito del tutto innovativo: questo lo spirito del talking, teso a mostrare le potenzialità di due materie solo apparentemente distanti, intrise in realtà di profonde similitudini, volte entrambe a favorire il benessere della persona. L’approccio multidisciplinare caratterizza la logica dell’evento, che desidera far luce su due argomenti capaci di mantenere intatta una logica dell’imprevedibile che può essere portatore di un’imprevista bellezza.

Albenga: San Valentino ad Albenga non dura solo un giorno grazie alle proiezioni che fino al prossimo 23 febbraio porteranno l’“Amore nell’Arte” sui monumenti e i principali edifici del Centro Storico cittadino. Il successo, così come avvenuto a Natale, è stato riconfermato e l’interesse su Social, testate giornalistiche e televisioni locali e non è alto, ma il Comune di Albenga non si ferma qui e organizza tantissime iniziative che per tutto il mese animeranno la città regalando a residenti e turisti romanticismo e dolcezza.

Cosa più si addice a San Valentino e alla dolcezza se non il cioccolato? Ecco che da venerdì 14 a domenica 16 febbraio in piazza San Michele e piazza IV Novembre ci sarà “Choco Art” a cura dell’Associazione "AssoDolciai". La “Fiera del Cioccolato” è una manifestazione all’insegna del piacere del gusto e del palato dedicata a tutti, dai bambini agli anziani passando per i giovani innamorati e non. Tanti assaggi e cioccolatini per tutti i gusti, ma anche laboratori ogni pomeriggio per capire da vicino il “mondo del cioccolato”, la cultura e l’arte dei maestri cioccolatieri cimentandosi in prima persona nella creazione del “cioccolatino perfetto”. I 15 espositori saranno presenti in piazza San Michele e piazza IV Novembre nel weekend di San Valentino dalle 10.00 alle 19.00 per un appuntamento con la dolcezza assolutamente da non perdere. Afferma il Vice sindaco Alberto Passino: “Siamo felici di poter offrire alla nostra città così tanti eventi e, tra questi, sottolineo la fiera del cioccolato che regalerà momenti di dolcezza per grandi e piccini”. “Invito tutti – conclude il sindaco Riccardo Tomatis – a venire nel nostro splendido Centro Storico, ammirare i maestri cioccolatieri, acquistare qualche delizia e partecipare ai laboratori per creare, ognuno in base ai propri gusti, un cioccolatino”.

Sabato 15 febbraio, nella Sala degli affreschi del palazzo Peloso Cepolla ad Albenga, avrà inizio il ciclo di conferenze organizzato dalla Sezione Ingauna dell’Istituto di Studi Liguri, che ancora per quest’anno è dedicato al territorio del Centa, al grande ventaglio di valli maggiori e minori, ampia area aperta verso Albenga e il mare, che ha costituito il dominio dei Liguri Ingauni, poi del municipium e della Diocesi. La dott. Francesca Imperiale, Soprintendente per i Beni Archivistici e Bibliografici della Liguria, introdurrà il ciclo di conferenze puntualizzando come, per la conoscenza del territorio, sia necessaria la tutela del suo patrimonio, quello ambientale e paesaggistico, e quelli archeologico, linguistico, storico artistico e archivistico: la conservazione è alla base di ogni ricerca rivolta allo studio del proprio passato, per la corretta vivibilità del futuro. Entrando nel vivo di questi problemi, la prof. Maura Fortunati della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Genova parlerà quindi su “Una comunità è lo specchio della sua identità: gli Statuti di Onzo.” A partire dal XIII secolo in buona parte della nostra penisola si assiste al fenomeno di redazione degli statuti, ossia ogni comunità provvede a mettere per iscritto le proprie norme. A questa fioritura statutaria non si sottrae neppure la Liguria, soprattutto il Ponente ligure. Gli statuti però non rispecchiano solo la realtà giuridica od i rapporti politici locali ma rappresentano anche una vivace testimonianza della storia di una collettività: sono una lettura istruttiva e avvincente che ci racconta i mille aspetti della civiltà comunale, fonte preziosa per comprendere le strutture economiche e sociali, urbanistiche, la viabilità, i trasporti, il sistema doganale, la difesa ecologica, la politica annonaria, scolastica, ecclesiastica; un modo diverso, quindi, per comprendere le radici e le origini della propria comunità. Questo a prescindere dalle dimensioni della comunità stessa, sia essa una grande città commerciale o, come nel caso di Onzo, un piccolo comune rurale che difende la propria indipendenza. Il ciclo di conferenze proseguirà ogni sabato alle ore 16.30, con i seguenti appuntamenti: sabato 15 febbraio Francesca Imperiale, Soprintendenza Archivistica della Liguria "La tutela della documentazione archivistica"; ore 16,30 Maura Fortunati, Università degli Studi di Genova "Una comunità è lo specchio della sua identità: gli Statuti di Onzo"

Sabato 15 febbraio alle ore 21,00 presso l’Auditorium San Carlo si terrà il monologo “Tre Compari musicanti”. Iniziativa Laica Ingauna. Ingresso libero. Il monologo è incentrato su un periodo storico cruciale per il Sud, quello a cavallo tra la fine del Settecento e gli inizi dell’Ottocento, quando si delinearono le forme di esclusione sociale, miseria economica e subalternità culturale dei contadini poveri, condizioni che si radicarono negli anni di formazione dello Stato italiano, e che non cesseranno se non dopo la Seconda guerra mondiale. Lasciando però strascichi e conseguenze che ancora pesano sulla realtà del Sud. Nel monologo il prof. Apolito segue le grandi vicende di quell’epoca attraverso storie minime di anonimi contadini di cui permangono tracce documentarie, che egli ha liberamente elaborato e intorno alle quali ha recuperato elementi di cultura contadina che vengono dalle sue ricerche, condotte con Annabella Rossi e Roberto De Simone, sulle “tradizioni popolari”, sulle musiche, i canti, e le feste dei contadini del Sud. Il monologo si avvale dell’accompagnamento con zampogna, chitarra battente e voce del musicista Antonio Giordano, leader del gruppo musicale “Daltrocanto”.

Albissola: Sabato 15 febbraio 2020 ad Albissola Marina in via Isola 15, alle ore 18 verrà inaugurata la mostra nr.2 della Galleria Kelyfos, spazio d’arte dedicato al design e alla ceramica creato dal designer Gianluca Cutrupi. Il titolo della mostra è “Percorsi cerAMICI” e gli autori delle opere esposte sono proprio i due amici designer protagonisti di questa avventura: Gianluca Cutrupi e Roby Giannotti. La mostra resterà aperta fino all’8 marzo 2020, con orario di apertura dal lunedì al sabato dalle ore 16,30 alle 19, in ulteriori orari su prenotazione. L’evento è patrocinato dal Comune di Albissola Marina che ancora una volta dimostra attenzione e sostegno alle iniziative che nascono per valorizzare il territorio, la ceramica e il design.

Finale Ligure: E' finalmente pronto a tornare aperto al pubblico e ad ospitare un evento il Teatro Aycardi di Finalborgo, a quasi un anno di distanza dalla sua inaugurazione. Da sabato 15 a domenica 23 il piccolo gioiello ottocentesco sarà la casa della mostra "Il potere dei senza potere - Interrogatorio a distanza con Vaclav Havel". L'inaugurazione della mostra sarà sabato 15 alle ore 15 presso il Teatro delle Udienze di piazza del Tribunale, sempre in Finalborgo, con l'introduzione alla mostra del curatore Ubaldo Casotto e del professor Sante Maletta, docente di filosofia della politica presso l'Università di Bergamo. Si proseguirà poi con la visita alla mostra.

Per l’ottavo anno consecutivo Finalmarina si veste della gioia e dei colori delle maschere del Carnevalday, il carnevale dei bambini marchiato I Feel Good Finale e frutto dell’impegno e della creatività della vulcanica Nadia Saccone. Per questa ottava edizione l’appuntamento è fissato per domenica 16 febbraio in piazza Vittorio Emanuele II. L’evento gode del patrocinio del Comune di Finale Ligure. Il programma prevede alle 14 il via alle iscrizioni (a offerta libera) in piazza dei Cannoni. Alle 14:30 le maschere partiranno da via Colombo e sfileranno sul lungomare e per le vie cittadine. Dopo la parata dei bimbi mascherati sul palco, anche quest’anno una giuria qualificatissima, formata da esponenti locali della cultura, del commercio, dell’informazione e del pubblico esprimerà le proprie preferenze. I premi in palio sono tantissimi: oltre al 1°, 2° e 3° classificato assoluti ci saranno anche dei riconoscimenti per il concorrente più giovane, per chi proviene da più lontano, per la maschera più originale e per il gruppo più numeroso. Al termine della premiazione, tanto divertimento con i giochi di prestigio del Mago Taz. Tanta musica con la colonna sonora a cura del Mago Taz e i piccoli potranno anche divertirsi con la “truccabimbi” Monica Pessina. Il tutto si concluderà con una merenda tutti insieme a base dei prodotti forniti dai supermercati finalesi Conad e Despar. Inoltre, per tutto il pubblico, ci sarà una divertente pesca di beneficenza. Commenta l’organizzatrice Nadia Saccone: “Non ho parole per esprimere tutta la mia gratitudine verso i commercianti finalesi, che ogni anno fanno miracoli per sostenere questo evento. Grazie di cuore all’associazione I Feel Good Finale per la collaborazione, alla Croce Bianca di Finalmarina per il servizio di pubblica assistenza all’evento, all’Associazione Carabinieri Sezione “Daniele Ghione” di Finale Ligure per il servizio di sicurezza e alla polizia locale. Un grazie veramente speciale va al Comune di Finale Ligure e all’assessore alla cultura e al turismo Claudio Casanova per il sostegno e la collaborazione. Grazie alla truccabimbi Monica Pessina, a Conad, a Despar e a tutte quelle persone e attività che ogni anno contribuiscono in vari modi alla buona riuscita della manifestazione”.

Piana Crixia: Domenica 16 febbraio alle ore 20.30 presso l'antica Trattoria Roma a Piana Crixia, si terrà l'incontro con Pietro Cavallero. Sarà l'occasione per parlare di possibilità concrete in agricoltura, per discutere delle esigenze del territorio e di chi ci lavora, per sviluppare le tematiche più calde e individuare le esigenze comuni da sottoporre alle associazioni di categoria. Chi vorrà, potrà degustare un piatto di trippa.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium