/ Albisolese

Albisolese | 15 febbraio 2020, 07:30

L'eccellenza oncologica al San Nicolò di Albisola Superiore

L'Istituto Candiolo alle porte di Torino ha avviato il progetto Candiolo Cancer Center nella tua Regione, che prevede la presenza frequente di molti specialisti dell’Istituto in centri convenzionati dislocati su tutto il territorio nazionale

L'eccellenza oncologica al San Nicolò di Albisola Superiore

L’Istituto Candiolo IRCCS alle porte di Torino, leader nelle attività di Ricovero, Cura e Ricerca nel campo delle Malattie Oncologiche, ha avviato il progetto Candiolo Cancer Center nella tua Regione, che prevede la presenza frequente di molti specialisti dell’Istituto in centri convenzionati dislocati su tutto il territorio nazionale.

Lo scopo è quello di ridurre al minimo gli spostamenti dei sempre più numerosi pazienti che si rivolgono a Candiolo, che potranno evitare lunghi viaggi per un consulto specialistico, una seconda opinione nella fase iniziale di presa in carico, così come per il follow-up successivo ai trattamenti. Questo inoltre garantisce una più rapida presa in carico del paziente ed una continuità di cure nel tempo a breve distanza dal domicilio del paziente.

I centri satelliti sono stati rigorosamente selezionati nell’ottica di garantire un elevato livello qualitativo. In Liguria, nella provincia di Savona, il centro selezionato dall’Istituto è il Centro Medico San Nicolò di Albissola.

Il Dottor Domenico Lo Conte, chirurgo presso la Divisione di Chirurgia Epatobiliopancreatica e Colorettale dell’ IRCCS di Candiolo – Torino ha presentato l’Istituto.

1. Può parlarci dell’Istituto di Candiolo?

E’ un Istituto di Ricerca e Cura a Carattere Scientifico di rilevanza sia nazionale che internazionale, dove medici specializzati e ricercatori si occupano sinergicamente sia della cura che della ricerca scientifica delle patologie oncologiche.

2. Quali sono i settori specialistici in cui è riconosciuta l’alta specializzazione dell’Istituto?

Nell’ambito clinico sono molteplici, per volume e per complessità dei casi trattati spiccano sicuramente la Chirurgia Epatobiliopancreatica e Colorettale, la Chirurgia dei Sarcomi e delle Carcinosi Peritoneali, la Chirurgia Cervico-Cefalica, la Chirurgia Ginecologica e senologica, così come l’Endoscopia Digestiva Interventistica, la Radiologia Diagnostica ed Interventistica, la Radioterapia, l’Anatomia Patologica. Tutte queste divisioni, avvalendosi di strumentazione altamente tecnologica e robotizzata, svolgono la propria attività nell’ambito d gruppi multidisciplinari di cure (GIC), in cui tutti gli specialisti in maniera collegiale e basandosi sulle più recenti evidenze scientifiche, creano percorsi di cura personalizzati per ogni paziente. Nell’ambito della ricerca è riconosciuta l’alta specializzazione di Candiolo grazie all’innovativo metodo di ricerca messo a punto nei laboratori dell’Istituto, ossia la creazione di una Biobanca, una delle poche esistenti in Europa, dove vengono conservati i tessuti tumorali asportati di ciascun paziente, con il fine di ricreare l’identikit genetico di ogni singolo tumore e sviluppare terapie più mirate, più precise e personalizzate; inoltre la “biopsia liquida” utile alla valutazione della risposta ai trattamenti clinici.

3. Ci parli della Chirurgia Robotica.

L’Istituto di Candiolo è da sempre attento a perseguire la radicalità oncologica garantendo al tempo stesso l’integrità fisica e psichica della persona nella sua interezza. E la Chirurgia Robotica facilita il raggiungimento di tale risultato, in quanto consente l’asportazione radicale della malattia con un’efficacia uguale ed a volte superiore alla chirurgia invasiva tradizionale, la preservazione delle funzioni d’organo e quindi l’integrità della persona.  Pertanto l’Istituto di Candiolo ha voluto implementare l’offerta chirurgica introducendo la tecnologica robotica in sala operatoria ed istituendo anche un programma di Education per tutti i chirurghi esterni italiani o stranieri interessati ad apprendere tali nuove tecniche, avvalendosi della collaborazione del Prof. Giuseppe Spinoglio, leader internazionale nella Chirurgia Robotica dell’apparato digerente. 

4. Quali sono i vantaggi della Chirurgia Robotica per il paziente?

I vantaggi sono molteplici. Dobbiamo considerarla come un’evoluzione della chirurgia mininvasiva laparoscopica. In pratica attraverso piccole incisioni sulla parete addominale, vengono introdotte delle cannule di 8 mm di diametro, queste vengono ancorate a 4 bracci robotici e attraverso di esse vengono introdotti nella pancia del paziente la telecamera e gli strumenti di lavoro. Il chirurgo seduto ad una console riesce a manovrare i bracci robotici attraverso dei comandi come con un videogioco, avendo la possibilità di vedere attraverso un monitor ad immersione, come un subacqueo, l’immagine del campo chirurgico ingrandita di 10 volte ed in 3 dimensioni. Inoltre gli strumenti robotici introdotti nella pancia del paziente sono estremamente snodati rispetto al polso del chirurgo, questo amplifica i gradi di libertà di movimento del chirurgo anche in spazi molto stretti. Attraverso un sistema a luce ad infrarossi ed un tracciante fluorescente è possibile effettuare una mappatura intraoperatoria del drenaggio linfonodale , ossia di una delle vie attraverso cui il tumore può diffondersi, e quindi il chirurgo può effettuare una linfoadenectomia non standard ed uguale per ogni paziente, ma personalizzata perché guidata dalla fluorescenza, come quando il sarto confeziona un abito su misura. La fluorescenza, inoltre, permette di verificare la vascolarizzazione, quindi la vitalità dei segmenti del grosso intestino prima e dopo il loro ricongiungimento, questo garantisce una chirurgia più sicura, in quanto riduce il rischio di complicanze postoperatorie.

Il Centro Medico San Nicolò, Direttore Sanitario dottor Claudio Carlo Montoli, è aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 e il sabato dalle 8 alle 12, si trova nel comune di Albisola Superiore a 50 metri dal casello autostradale, con la vicinanza delle fermate delle corse degli autobus, a soli 200 metri dalla stazione ferroviaria e a 300 metri da scuole e negozi. A soli 100 metri importante la presenza di ampi e comodi parcheggi cittadini.

Per informazioni e comunicazioni si può contattare il numero di telefono 019.489815 e l’indirizzo mail info@centromedicosannicolo.it, visitare il sito internet www.centromedicosannicolo.it e la pagina Facebook Centro Medico San Nicolò.

Informazione pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium