/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 19 febbraio 2020, 07:23

Adventouring: cos’è, in cosa consiste e quali consigli seguire per partire su due ruote

Spesso sentiamo il bisogno di lasciarci andare, di goderci una vacanza liberatoria e di farci guidare soltanto dall’istinto

Adventouring: cos’è, in cosa consiste e quali consigli seguire per partire su due ruote

Spesso sentiamo il bisogno di lasciarci andare, di goderci una vacanza liberatoria e di farci guidare soltanto dall’istinto. Un sogno che possiamo facilmente coronare mettendoci in sella alla nostra due ruote e partendo per un viaggio all’avventura attraverso varie tappe.

Il relax nudo e crudo potrebbe, infatti, non essere il principale obiettivo di un motociclista. La moto si presta ad un tipo di vacanza molto diverso, votato più che altro alla scoperta, tanto che è addirittura nata una disciplina che coniuga entrambi gli aspetti, ovvero l’adventouring (adventure + touring).

Qui di seguito, dunque, andremo a scoprire la filosofia che si trova alla base di questa opzione, i suoi vantaggi e i consigli migliori per dedicarsi ad essa.

Cos’è l’adventouring e perché è così amato

Alcuni storcono il naso di fronte a neologismi del genere, considerandoli ridondanti e inutili, ma nel caso dell’adventouring bisogna fare una doverosa eccezione. Già il termine riassume perfettamente la logica che si cela dietro questa attività: andare sì in vacanza in moto, ma con una particolare attenzione alla natura e alla scoperta di quelle tratte lontane dal turismo di massa.

In estrema sintesi, adventouring vuol dire percorrere in moto le strade meno battute, da quelle sterrate fino ai percorsi più complessi. Non è un’opzione che nasce, però, con fini sportivi o per fare acrobazie, ma semplicemente per entrare in contatto con la natura, e di riflesso con il nostro io. È una sorta di trekking su due ruote, per farla semplice, quindi l’occasione perfetta per evadere dalla vita quotidiana e dalle routine della città.

I migliori consigli per dedicarsi all’adventouring

La sicurezza prima di ogni altra cosa, quindi si consiglia innanzitutto di far revisionare la moto da un meccanico esperto, controllando anche lo stato e la pressione degli pneumatici. Ovviamente una scelta come l’adventouring richiede una motocicletta che si dimostri adatta allo scopo e che sia adeguata per affrontare anche i percorsi più impervi e le strade sterrate. In questo senso sarebbe meglio escludere le cilindrate più alte, che risultano più pesanti, e optare per modelli da rally come la BMW F800 GS, ad esempio, le cui caratteristiche possono essere approfondite sulla scheda tecnica di Dueruote.

Ritornando al tema sicurezza, è bene non dimenticare l’importanza dell’abbigliamento tecnico, per una questione di protezione ma anche di comfort in sella. Inoltre, si suggerisce di non scordare tutti i documenti del veicolo, e di portare con sé una macchina fotografica: le occasioni per usarla saranno tantissime. Quali sono gli altri consigli da seguire, quando si opta per l’adventouring? Meglio scegliere dei borsoni per moto leggeri ma abbastanza capienti, e un casco modulare o apribile. Infine, attenzione alle protezioni per spalle, gomiti, ginocchia e schiena, vitali soprattutto quando si percorrono tracciati così particolari.



Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium