/ Savona

Savona | 24 febbraio 2020, 18:00

Savona, “Il mare che vorrei”: grande successo alla Sibilla

Lo scorso 22 febbraio la manifestazione-evento organizzata da Assonautica provinciale di Savona e patrocinata dal Comune

Savona, “Il mare che vorrei”: grande successo alla Sibilla

La cittadinanza savonese si è trovata piacevolmente coinvolta in nome dell’ambiente ed ha partecipato con grande interesse alla manifestazione-evento organizzata da Assonautica provinciale di Savona e patrocinata dal Comune di Savona.

Due gli eventi cardine attorno ai quali è ruotata la giornata: la premiazione del concorso di disegno “Regalami un mare pulito” e la presentazione del progetto Europeo PORT-5R, per la gestione sostenibile dei rifiuti nei porti del mediterraneo e per la disseminazione di buone pratiche rivolte al territorio, nel quale Assonautica è Partner.

A partire dalle 14:00, nella suggestiva cornice del Priamar, la sala Sibilla ha visto susseguirsi cittadini di ogni età: genitori e figli, nonni e nipoti, numerose autorità in veste ufficiale, sostenitori del Concorso di disegno.

Il filo conduttore che ha legato così tante persone è rappresentato dall’importanza delle tematiche legate al rispetto dell’ambiente con un’attenzione particolare alla tutela del mare.

Dopo il benvenuto di rito, Assonautica ha premiato novanta alunni i cui lavori sono stati selezionati tra un vero e proprio mare di spunti ambientali. I premi sono stati consegnati agli alunni dalle autorità presenti in sala, dai sostenitori del concorso e da membri del sodalizio.

Emozionante soprattutto il momento della premiazione finale: dai lavori premiati traspare l'impegno per l’ambiente di queste generazioni di cittadini in erba.

I primi tre classificati hanno raggiunto un buon livello artistico integrando tecniche diverse oltre a quelle del disegno classico, lavori davvero eccellenti, considerando l'età degli autori.

Al primo posto Jacopo Sgroi Bandelli classe 5^ A della Scuola “Noberasco”, al secondo posto Nicolò Sgroi Bandelli classe 5^ B della Scuola “Noberasco”, al terzo posto Maria La Torre classe classe 5^ B della Scuola “don Peluffo” di Vado Ligure.

Il concorso, dedicato alla memoria di Simone Robotti, è ormai giunto alla sua quarta edizione; nacque per caso dall’idea di alcuni soci di Assonautica, quando decisero di installare un presepe presso la sede di lungomare Matteotti (a tutt’oggi uno dei più visitati in città) e metterlo a disposizione della città di Savona, si pensò di associare all'iniziativa del Presepe un concorso di disegno rivolto ai bambini delle scuole elementari della provincia di Savona. Mai gli ideatori avrebbero immaginato che, in così breve periodo, una cosa nata quasi per gioco raggiungesse dimensioni così importanti.

Il numero di partecipanti a questa edizione è davvero considerevole. Una riflessione ulteriore ci porta a pensare quanto queste iniziative siano importanti: se vediamo gli 830 piccoli partecipanti come la punta di un iceberg la cui base è composta dai loro nuclei familiari, “Regalami un mare pulito” ha fatto riflettere sui temi ecologici ben più di 3000 persone!

Assonautica ha premiato le classi dei primi tre classificati con buoni acquisto per materiale didattico dell'importo di euro 300 alla classe del primo, 200 alla classe del secondo e 100 alla classe del terzo classificato.

Grazie ai Sostenitori savonesi che hanno contribuito generosamente, ai soci di Assonautica ed ai visitatori del "Presepe in riva al mare", sono stati premiati 90 bambini e molte altre classi hanno ricevuto premi e riconoscimenti.

Saranno inoltre sorteggiate, tra gli alunni premiati, cinque mini crociere su barche a vela di volenterosi Soci di Assonautica.

L’evento è poi proseguito all’insegna della solidarietà rivolta alle Associazioni benefiche del territorio savonese con importanti contributi offerti da Assonautica a: Associazione Sclerosi Tuberosa, Savona Insieme, Lega Italiana Tumori e, per il progetto Doppiavela Solidale, all'associazione Solida onlus.

La seconda parte dell’evento ha visto l’entrata nel vivo del Progetto Europeo PORT-5R, con la presentazione degli obiettivi in ambito di eco sostenibilità ambientale nella gestione dei rifiuti. I Rappresentanti di Enti, Associazioni e imprese che condividono i punti cardine del Progetto sono stati invitati a firmare il “Protocollo Comune d’intesa”, per un impegno comune a promuovere, nell’area transfrontaliera, la strategia delle 5R: Riduzione, Riuso, Riciclo, Raccolta e Recupero. L'importante documento è quindi condiviso da: Camera di Commercio Riviere di Liguria, Comune di Savona, Comune di Albisola Superiore, Comune di Albissola Marina, Comune di Bergeggi e Area Marina Protetta, CONI di Savona, Unione Utenti Del Porto di Savona, International Propeller Club port of Savona, Gruppo ANMI “Vanni Folco” Marinai D’Italia, A' Campanassa, Canottieri Sabazia, Menkab, SV Port Service, ILMA Sub oltre che dai partner del progetto PORT-5R (Assonautica Provinciale di Savona, Fondazione MO.SO.S, Università degli Studi Di Genova DICCA, Ekso SRL, Karalis Yacht Services, Elgi srl, Ville d’Ajaccio).

Sempre nell’ambito del progetto PORT-5R, sono stati consegnati quattro assegni a compenso delle consulenze richieste ai quattro Istituti Comprensivi Savonesi, rivolte agli alunni delle quarte e quinte classi delle scuole primarie. Si tratta di elaborati a titolo “il Mare che vorrei”, legati alla ricerca e alla divulgazione di buone pratiche secondo le linee guida del Progetto. Le classi partecipanti al progetto hanno ricevuto un riconoscimento e un coro di bambini ha eseguito una canzone composta appositamente per l’evento, un'esibizione emozionante che ha riscosso enorme successo da parte del pubblico presente in sala.

Nella parte conclusiva dell'evento Assonautica ha consegnato simbolicamente, insieme ai partner del progetto PORT-5R dei compattatori per la plastica ai comuni di Albisola Superiore, Albissola Marina ed alla Cittadinanza di Savona (oltre ad un distributore di acqua potabile gratuita).

E' stata molto apprezzata l'installazione posizionata all'ingresso della Sala della Sibilla. Le bottiglie di plastica contenenti i 35000 mozziconi di sigaretta raccolti nell'estate scorsa sulle spiagge libere di Albisola Superiore, collaborando con il Comune nella campagna “In spiaggia senza filtri”, erano posizionate simbolicamente all'interno di una rete da pesca insieme ad altri rifiuti raccolti in spiaggia.

Sempre nell'ambito della campagna contro l'abbandono a terra dei mozziconi di sigaretta #nomozziconia terra #ilmaretiringrazia sono stati offerti ai fumatori dei portacenere tascabili con il logo del progetto PORT-5R. All'esterno della sala sono state posizionate delle bottiglieportacenere per la durata dell'evento.

Quello appena concluso è stato un evento molto impegnativo, ripagato però dalla consapevolezza che la battaglia per la tutela del Mare ha l'appoggio delle nuove generazioni.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium