/ Politica

Politica | 26 febbraio 2020, 11:57

Albenga, la minoranza: "Il Palazzo della Salute sia votato all'unanimità dal Consiglio comunale"

L'appello lanciato da Forza Italia e Lega

Albenga, la minoranza: "Il Palazzo della Salute sia votato all'unanimità dal Consiglio comunale"

I capigruppo della minoranza lanciano un appello all'intero Consiglio comunale di Albenga. 

“La proposta del centrodestra di trasformare una delle palazzine di via Carloforte in Palazzo della Salute arriva in Consiglio comunale su richiesta di Forza Italia e Lega. E’ vero che sulle palazzine, sotto sequestro e in stato di abbandono da troppi anni, pesa il ricorso alla Corte Europea presentato dall’Impresa Giallombardo (personalmente speriamo che abbia ragione), ma è altrettanto vero che, in caso di vittoria, molto probabilmente l’impresa sarebbe risarcita non tornando in possesso delle palazzine ma con un risarcimento finanziario" commentano i consiglieri comunali Eraldo Ciangherotti, capogruppo di Forza Italia e assessore provinciale, Cristina Porro capogruppo Lega, Gero Calleri capogruppo Indipendente e Riccardo Minucci capogruppo Civica. 

"Bene ha fatto quindi il Comune a partecipare al bando regionale per ottenere i fondi necessari a risanare l’area. Quello che non convince è destinare tutte e tre le palazzine a social housing, appartamenti per risolvere problemi abitativi. Una delle tre palazzine, dotata di ampio parcheggio, potrebbe e dovrebbe essere destinata a Palazzo della Salute, soprattutto dopo quel che sta succedendo per colpa del Coronavirus. Avere un centro sanitario in pieno centro, con spazi adeguati, senza barriere architettoniche sarebbe senza dubbio un atto di rispetto verso i cittadini e le loro esigenze". 

"Ambulatori, Salute mentale, Consultorio familiare, Dipendenze, oltre che uffici amministrativi del Distretto albenganese e Igiene e sanità pubblica col servizio vaccinale che oggi sono rinchiusi nella piccola e inadeguata palazzina ex ambulatorio tubercolare di via Trieste avrebbero spazi adeguati per i cittadini - concludono - L’Asl 2 si è detta disponibile ad un accordo con il Comune su questo progetto, e anche gli urbanisti che abbiamo interpellato ci hanno dato riscontri positivi sulla fattibilità tecnica. Per questo ci aspettiamo che questa proposta sia votata all’unanimità dal Consiglio comunale". 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium