/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 27 febbraio 2020, 10:57

Vaccarezza: "Nuove risorse per la valorizzazione e la promozione del patrimonio tartufigeno regionale e della presenza del tartufo bianco in Liguria"

"Un altro tassello importante nel disegno di tutela e conservazione delle eccellenze della nostra terra"

Vaccarezza: "Nuove risorse per la valorizzazione e la promozione del patrimonio tartufigeno regionale e della presenza del tartufo bianco in Liguria"

E’ stata appena approvata dalla III Commissione Consiliare di Regione Liguria la proposta di modifica alla Legge Regionale numero 18 del 26 Aprile 2007: “Disciplina della raccolta, della coltivazione e della commercializzazione dei tartufi e valorizzazione del patrimonio tartufigeno regionale. Proponente del documento, il Capogruppo di Cambiamo! In Regione Angelo Vaccarezza.

L’atto, sottoscritto dalla quasi totalità dei commissari, prevede il totale recupero delle risorse provenienti dal pagamento dei tesserini in modo tale da poter essere utilizzate per progetti in primis di difesa del bosco e quindi di tutela e valorizzazione del patrimonio tartufigeno ligure.

“Un altro tassello importante nel disegno di tutela e conservazione delle eccellenze della nostra terra – ha commentato il consigliere Vaccarezza - grazie a questa modifica, approvata in Commissione, le risorse che in precedenza finivano in un “calderone” generico, confluiranno su un capitolo specifico e saranno immediatamente spendibili, nel rispetto delle priorità della legge: tutela dei boschi, valorizzazione e promozione del prodotto e controlli. Il progetto di modifica della legge è frutto del lavoro iniziato nel 2016 insieme ad Alberto Cirio, attuale Governatore della Regione Piemonte, e Franco Graglia, Vice Presidente dello stesso consiglio Regionale".

"L’esigenza era quella di dare maggior risalto e identità alla figura del “Tartufo Bianco d’Alba o del Piemonte”; presente in buona parte del territorio ligure, dandogli valore al di là di quello squisitamente commerciale. Abbiamo gettato le basi per questo progetto che grazie alla collaborazione fra enti ed associazioni di categoria ha portato al risultato di questa mattina. Quello di oggi è il primo passo per costituire questa realtà - conclude - Il prossimo, sarà in Consiglio Regionale, dove la modifica approvata metterà l'ultimo importante tassello di questo percorso”.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium