/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 21 marzo 2020, 15:15

Chiusura ospedale di Cairo, Vaccarezza: "Ascoltare Righello che parla di sanità sarebbe come sentire Nerone lamentarsi della puzza di fumo a Roma" (VIDEO)

"Fattene una ragione Mauro Righello, se vuoi veramente fare qualcosa per la Val Bormida aiutaci a superare questo momento, te ne saremo grati. Se non vuoi farlo, fermati: d'altra parte l'ultima volta che hai tentato di fare qualcosa hai fatto dei danni"

Chiusura ospedale di Cairo, Vaccarezza: "Ascoltare Righello che parla di sanità sarebbe come sentire Nerone lamentarsi della puzza di fumo a Roma" (VIDEO)

Anche il consigliere regionale Angelo Vaccarezza interviene sulla questione relativa alla momentanea chiusura dell'ospedale di Cairo Montenotte e lo fa con un video pubblicato sulla propria pagina Facebook. Un videomessaggio destinato in primis al consigliere regionale di minoranza Mauro Righello del Pd:

"Comprendo perfettamente gli abitanti della Val Bormida, vengono da dieci anni di prese in giro - spiega Vaccarezza - vengono da dieci anni di amministrazione regionale che ha depauperato il sistema socio-sanitario della nostra regione, che ha chiuso sistematicamente servizi, l'amministrazione regionale che deaziendalizzato il Santa Corona tentando poi di fargli perdere anche il DEA di secondo livello. Se non ci credete andate a vedere la delibera votata dall'amministrazione regionale del sindaco Briano poco prima dell'avvento del sindaco Lambertini, che ha smantellato il Pronto Soccorso dell'Ospedale Santa Maria di Misericordia di Albenga facendolo diventare un pronto punto di primo intervento e che ha chiuso il Pronto Soccorso dell'Ospedale San Giuseppe di Cairo. Sì, perché l'ospedale San Giuseppe di Cairo non ha più un Pronto Soccorso perché, non in un momento di difficoltà, non in un momento di crisi, non in un momento in cui bisognava fare scelte difficili ma che temporaneamente ci avrebbero tolto dei servizi, ma in un momento in cui si poteva programmare ha tolto il Pronto Soccorso dicendo che un punto di primo intervento era più che sufficiente per la gente di Cairo Montenotte".

"Se da una parte io rispetto profondamente ogni singolo cittadino della Val Bormida che in questi giorni sta intervenendo e sta chiedendo alla Regione di ripensarci o quantomeno alla Regione di dare garanzie che quello che verrà dopo è meglio di ciò che c'era prima - continua il consigliere regionale - non accetto che ci sia un signore, tal Mauro Righello da Millesimo, che oggi si mette a capo della protesta indignato dicendo dobbiamo reagire. Mauro Righello, tu sei l'ex sindaco di Millesimo, tu sei un esponente di spicco di quel partito Partito Democratico che questo scempio l'ha creato, tu non hai il diritto di parlare. Sentire Mauro Righello che si lamenta della sanità in Liguria sarebbe esattamente come sentire Nerone che si lamenta della puzza di fumo a Roma: tu ne sei responsabile, tu e i tuoi accoliti, quelli che per anni prendendo in giro la gente ci hanno tolto uno dopo l'altro i servizi come fossero le piume di un pollo e ci hanno lasciato oggi questa situazione. La sanità che voi avete ereditato dall'amministrazione Biasotti era una sanità profondamente diversa, con servizi e con prospettive: una per tutte la cardiochirurgia al Santa Corona. La sanità che ci avete fatto ereditare è una sanità tenuta insieme con lo scotch e noi abbiamo lavorato per ritornare, non solo dove eravamo prima, ma per cercare di migliorare".

"Oggi chiediamo un sacrificio alla gente, un sacrificio con un'apertura di credito e di fiducia nei nostri confronti. Non è una fiducia infinita, è una fiducia a termine: questa situazione finirà e noi dovremo dare le risposte e noi torneremo sul cammino che stiamo facendo, ma parlando con la gente. Ti prego Mauro Righello, smetti. Smetti per dignità, un può anche tua: perché quando noi diciamo che 'noi cambiamo', il nostro cambiamo è fatto proprio all'idea di cambiare gente come te e sostituirla con gente come Paolo Lambertini. Paolo Lambertini che abbraccio fraternamente, oltre a essere una persona perbene e un ottimo amministratore, rappresenta proprio quella generazione di nuovi sindaci, consiglieri comunali, assessori che oggi stanno combattendo in prima linea, che sanno sempre tenere la barra dritta e sanno sempre non mischiare la propaganda con l'amministrazione. Oggi lui sta chiedendo più di tutti ad alta voce alla Regione Liguria di avere garanzie per il domani" prosegue l'esponente dell'amministrazione regionale.

"Usciremo da questa situazione e ci usciremo più forti di prima lo sai perché? Perché al governo della Regione finalmente non abbiamo quelli che durante le alluvioni andavano a fare gli incontri di campagna elettorale fregandosene della gente che moriva, abbiamo quelli che durante i consigli regionali se non sono in consiglio regionale sono a Roma a battere i pugni per la nostra terra e non per funghi facendo i tweet e i selfie con in mano il porcino. È cambiato il modo di fare amministrazione grazie a Dio e noi lo abbiamo dimostrato in tutte le crisi che abbiamo vissuto. Fattene una ragione Mauro Righello, se vuoi veramente fare qualcosa per la Val Bormida aiutaci a superare questo momento, te ne saremo grati. Se non vuoi farlo, fermati: d'altra parte l'ultima volta che hai tentato di fare qualcosa hai fatto dei danni" la chiosa finale di Vaccarezza rivolta al consigliere regionale di minoranza.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium