/ Al direttore

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Al direttore | 23 marzo 2020, 17:30

Scomparsa del comandante Basilio Sangiorgi, il ricordo di Fabrizio Marabello

Riceviamo e pubblichiamo l'omaggio dedicato al Maresciallo maggiore dell’Arma, in congedo dal 2016, mancato nelle scorse ore

Scomparsa del comandante Basilio Sangiorgi, il ricordo di Fabrizio Marabello

Le persone come il Comandante Basilio Sangiorgi non si potranno mai dimenticare. Con "Bax" (così lo chiamavano gli amici) ho condiviso momenti di autentica e sincera fratellanza: come collega, quando insieme fondammo il Comitato Provinciale "Riviera delle Palme" dell'International Police Association (I.P.A.) e in ambito professionale quando ci scambiavamo informazioni o partecipavamo a eventi formativi. Io nella Polizia Locale, lui nell'Arma dei Carabinieri; la sua seconda famiglia.

I militari che operavano nella Stazione di Pietra Ligure amava definirli "I miei ragazzi. Anzim i miei giannizzeri!" a testimonianza dell'affetto e del rispetto che nutriva per loro che, a sua volta, veniva ricambiato. Si faceva amabilmente coinvolgere in qualsiasi iniziativa che mi balenava per la testa, era il (mio) vice Segretario dell'Associazione Internazionale di Polizia, sempre attivo, sempre presente, empre gioioso e amabile con tutti! Era un uomo gentile, elegante e "di buona forchetta": Dio solo sa le mangiate che ci siamo fatti in giro per la Liguria e nella Capitale! "Presidente! - mi diceva - Dopo la cerimonia ci stanno due spaghetti e un buon charlie (cosi lo chiamava il caffè!). E come si faceva a dirgli di no?

Basilio non ha mai nascosto le sue simpatie di destra e monarchiche tant'è che, raggiunta la meritata pensione, entrò nelle Guardie d'Onore alle Reali Tombe del Pantheon e poi nella Fondazione Giorgio Amirante associazioni dove ha lasciato un immenso e incolmabile vuoto. Sarebbe presto diventato Cavaliere al Merito della Repubblica (onoreficenza a cui teneva molto ricevere) ma la burocrazia ha i suoi tempi mentre talune malattie no. Lo vidi per l'ultima volta tre settimane fa, prima che questa maledetta pandemia iniziasse a insinuarsi, nel suo letto di ospedale a Santa Corona ancora in lotta con quel "brutto male" con il quale stava lottando da qualche anno. Era un divoratore di libri di storia. Infatti gli portai un libro che trattava dell'annessione della Liguria al Regno di Sardegna dove ho scritto un capitolo. Gli autografai una dedica e lo abbracciai dicendogli: "Mi raccomando... leggi prima il mio testo e poi mi dirai la tua opinione!" E Lui: "Cavalier Marabello, lo leggerò questa sera prima di addormentarmi". Seppi che lo fece e poi non lo vidi più.

A Mamma Cosima, a Cren (la Sua amica prediletta) ai Suoi "giannizzeri" e ad una moltitudine infinita di persone "Bax" mancherà tanto. Io oggi ho perso un Collega, un Amico, un Fratello... Grazie Basilio. La tua esistenza ha riempito il cuore di tutti coloro che ti hanno voluto bene. Proteggici dal Paradiso dove il Signore ti ha accolto. Mancherai anche a me "Gigante Buono"! 

Tuo Fabrizio

lettera firmata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium