/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 26 marzo 2020, 07:52

Vantaggi e svantaggi dei climatizzatori

Quest’anno sembra che l’estate voglia farsi largo a gomitate, basta vedere qualche previsione per rendersi conto di ciò che dovremo affrontare

Vantaggi e svantaggi dei climatizzatori

Quest’anno sembra che l’estate voglia farsi largo a gomitate, basta vedere qualche previsione per rendersi conto di ciò che dovremo affrontare. Si registreranno temperature altissime in tutta Italia, al punto da spingere i meteorologi a preannunciare una delle estati più calde degli ultimi dieci anni. Con queste premesse non si prospetta un periodo rilassante, soprattutto per chi sarà costretto a rimanere in città per un motivo o per l’altro!

Ormai molte persone preferiscono andare in ferie a settembre o a ottobre in modo da evitare la classica ‘ressa’ nei luoghi di villeggiatura e poter esplorare anche importanti città senza soffrire il caldo. Per questo spesso i centri abitati italiani durante l’estate rimangono affollati come nelle altre stagioni, il problema è che il caldo e la città non sono proprio una combinazione piacevole.

In alcuni casi il caldo eccessivo in città può causare malanni e altre condizioni fisiche molto serie, per questo è sempre meglio correre ai ripari. I vari consigli dei media a riguardo si sprecano: si va dall’indossare solo abiti chiari al bagnarsi sempre la testa, rifornendo la propria bottiglia d’acqua alle fontanelle pubbliche. Se solo bastasse questo per poter combattere l’afa, il problema principale è quando si deve stare chiusi in un ufficio per otto ore, oppure quando per un motivo o per l’altro si decide di passare il week end a casa.

La soluzione più comune è comprare un buon climatizzatore, infatti i negozi specializzati vengono letteralmente presi d’assalto già in primavera. Ovviamente come ogni elettrodomestico, anche il climatizzatore ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi, andiamo a vedere quali sono qui di seguito.

I vantaggi

Il climatizzatore è il miglior modo per rendere vivibile un ambiente interno, portando la temperatura a livelli accettabili anche quando fuori il caldo fa da padrone. I modelli più potenti possono riscaldare ambienti molto ampi fino a 30 o 50 mq, ideali quindi per una camera da letto, un salotto o la stanza di un ufficio.

I modelli più moderni dispongono di tecnologia inverter che li rende estremamente silenziosi, quindi sarà possibile usarli anche di notte. L’inverter inoltre si traduce in un consumo minore di elettricità, specialmente nei climatizzatori di classe energetica elevata. Questo fattore non è da sottovalutare, considerate che con una classe energetica A++ o A+++ potrete ammortizzare notevolmente sui consumi, molto vantaggioso se dovete montare più di un climatizzatore nel vostro ufficio.

Oltre a poter rinfrescare l’ambiente, il climatizzatore è in grado di deumidificarlo grazie ad una particolare funzione inclusa nella maggior parte dei modelli. È una soluzione ideale per rendere gli ambienti più salubri senza dover aprire per forza la finestra e fare entrare così tutto il calore esterno.

Gli svantaggi

Prima di tutto, i climatizzatori si presentano con dei prezzi abbastanza alti, specialmente se confrontati con altri dispositivi come ventilatori e deumidificatori. Sul mercato è comunque possibile trovare modelli con un buon rapporto qualità-prezzo come il Daikin 12000 btu, al quale però bisogna sempre aggiungere le spese di montaggio. A meno che non siate tecnici esperti, sarà davvero difficile che riusciate a installare un climatizzatore senza l’aiuto di un professionista.

Il costo di montaggio è uno dei principali motivi per i quali spesso si considera molto attentamente l’acquisto di un climatizzatore o meno. Vi consigliamo quindi di chiedere qualche preventivo e calcolare la spesa complessiva. A questo si aggiunge l’ingombro, in quanto per funzionare correttamente il climatizzatore deve essere montato in un ambiente con le pareti molto alte. Se il luogo dove abitate o lavorate ha le pareti basse allora non vi converrà comprare un climatizzatore a parete, in quanto l’aria fresca non riuscirà a spargersi correttamente per tutto l’ambiente.

In questo caso è meglio optare per un climatizzatore portatile, molto più pratico e soprattutto meno costoso. Come potete immaginare le performance di questi modelli sono molto ridotte rispetto a quelle di quelli a parete, inoltre sono molto più rumorosi. In mancanza di altro però vanno più che bene, inoltre dispongono anche questi di una funzione per la deumidificazione degli ambienti. La presenza di rotelle vi permette di spostarli da una parte all’altra della casa o dell’ufficio, così potrete gestirli a seconda delle vostre esigenze.


Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium