/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | venerdì 20 aprile 2018, 08:40

Carcare, domani la presentazione del progetto di risanamento conservativo del Collegio Calasanziano

Alle ore 10.30 presso l'aula magna del liceo Calasanzio

Con l'avvicinarsi del 400° anniversario della sua fondazione avvenuta nel 1621 (voluto da San Giuseppe Calasanzio); il  liceo Calasanzio di Carcare è pronto a rifarsi il look.

Domani alle ore 10.30 verrà presentato il progetto di risanamento conservativo del Collegio Calasanziano delle Scuole Pie. La presentazione del progetto verrà anticipata da una visita guidata, ore 10, alla Chiesa del Collegio, parte integrante del complesso monumentale. Oltre all’architetto Giorgio Ferraro, realizzatore del progetto, interverranno con loro relazioni gli storici Giorgio Amico e Luciano Danè, e l’assessore ai lavori pubblici Christian De Vecchi in rappresentanza dell’ente comunale proprietario dell’immobile.

Il restyling vuole soddisfare diverse esigenze legate all'uso dell'edificio: creare nuove aule per la didattica sfruttando gli spazi interni del cortile senza offendere la struttura architettonica preesistente; garantire ai Padri Scolopi un moderno uso delle loro aree attraverso l'abbattimento di barriere architettoniche; restituire alla cittadinanza l'uso di alcune parti dell'edificio ad oggi non utilizzate (secondo piano e sottotetto). Il progetto, sarà lo strumento attraverso il quale gli amministratori comunali si attiveranno, nelle sedi opportune, per la ricerca dei finanziamenti necessari al restauro e risanamento conservativo del "monumento" Calasanziano.

L'edificio inserito nel Centro Storico del Comune di Carcare, oggi ospita  tre corsi del Liceo Calasanzio, Classico, Scientifico, Linguistico. Quattrocento anni di storia della formazione scolastica nel più vasto territorio del Nord Ovest Italiano, struttura architettonica che ha saputo adattarsi al trascorrere del tempo e al mutare delle esigenze per offrirsi agli studenti sempre moderna e al passo con i tempi. Oggi ci sono i presupposti per proporre agli enti pubblici europei, ministeriali e regionali diversi percorsi per accedere a finanziamenti finalizzati al suo perfezionamento strutturale.

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore