/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | venerdì 25 maggio 2018, 08:32

Celle, chiude la scuola dell'infanzia dell'asilo Aicardi: il nido passerà a una cooperativa privata

Troppe le spese per l'Ente Morale. Sanguettola: "Garantiremo che il nuovo gestore dia una continuità al precedente servizio"

Celle, chiude la scuola dell'infanzia dell'asilo Aicardi: il nido passerà a una cooperativa privata

Dall'agosto scorso l'asilo Aicardi di via Bernardo Arecco a Celle Ligure si è trasferito, visto la chiusura di quest'ultima, nella struttura del nido della frazione Piani in Monte Tabor 2 (leggi QUI). 

La notizia che circola da qualche settimana, vista la preoccupazione di qualche genitore è che sia prossima alla chiusura la parte dell'asilo riguardante la scuola dell'infanzia (materna), con il passaggio del nido invece a una cooperativa privata.

Francesco Sanguettola dell'Ente morale attualmente gestore dell'asilo ha chiarito alcuni dubbi: "Poco prima dello scorso Natale ci siamo riuniti in un Consiglio e siamo arrivati alla decisione di chiudere la scuola dell'infanzia che prima aveva tre sezioni, poi passate a due ma non riuscivamo comunque a coprire le spese e abbiamo dovuto purtroppo annunciare alle mamme di dover iscrivere i propri figli in altri asili".

"Sul tema della gestione vogliamo andare avanti ma non gestirlo in prima persona, le spese sono troppo alte, abbiamo preso contatti con altri soggetti che dovranno garantirci tre cose: l'assorbimento della manodopera, il metodo educativo e il proseguimento del servizio mensa. I genitori stiano tranquilli, valuteremo la migliore delle offerte che consenta un prosieguo del servizio, troveremo una cooperativa con tutte quelle caratteristiche e lo affideremo in una specie di gestione appaltatrice" continua Sanguettola.

"Come amministrazione comunale siamo in grado di intervenire economicamente e già lo facevamo con un contributo all'Ente Morale, dovranno fare una gara cercando di trovare i potenziali acquirenti. Il gestore privato deve essere scelto in modo trasparente e ci auguriamo noi come loro che venga trovato continuando a dare una continuità del servizio alle famiglie".

 

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore