/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | giovedì 12 aprile 2018, 11:48

Finale Ligure: annunciato oggi il destino di "Finale Salute"

Il sindaco Frascherelli: "Faremo un bando per garantire tutta una serie di servizi che non andranno a sovrapporsi a quelli dati dalla Asl"

Finale Ligure: annunciato oggi il destino di "Finale Salute"

Il poliambulatorio "Finale Salute" è stato al centro di numerosi dibattiti negli ultimi mesi, con gli appelli di vari schieramenti di minoranza affinché la struttura non venisse chiusa e con l'impegno preso dall'amministrazione Frascherelli a salvare tutto il salvabile nonostante i forti tagli inflitti a livello regionale negli ultimi mesi a tutte queste strutture.

"L'intenzione dell'amministrazione è quella di spiegare i nostri propositi - commenta il sindaco di Finale Ligure Ugo Frascherelli - Noi abbiamo tutto l'interesse che tale servizio possa essere coniugato in termini turistico-sociale. Il turismo è la più importante attività presente sul nostro territorio, quindi è molto importante che ci sia un presidio che garantisca un confronto a coloro che vengono nella nostra cittadina". 

"Faremo un bando per garantire tutta una serie di servizi che non andranno a sovrapporsi a quelli dati dalla Asl - prosegue il primo cittadino - È comunque nostra intenzione mantenere il centro prelievi. Vogliamo che a Finale rimanga un presidio sanitario socioturistico, anche a disposizione delle fasce più deboli". 

Aggiunge il vicesindaco Clara Brichetto: "Il centro salute aveva metodi, modi e costi diversi secondo le varie località, come Pietra Ligure, Finale, Albenga. Questo perché erano stati presi in esame i vari centri e ognuno aveva peculiarità diverse funzionali alle esigenze del territorio. Questo è il punto di forza dei centri salute, ma anche il loro rammarico verso la Regione: sostengono infatti che sia stata fatta di tutta l'erba un fascio senza analizzare le singole caratteristiche. Con il progetto sperimentale siamo in scadenza al 23 aprile ma chiederemo una proroga perché non è possibile sviluppare un bando in così poco tempo. La proroga sarà di almeno due mesi e la richiederanno anche altri sindaci vicini".

A tal proposito prosegue Frascherelli: "Noi siamo in contatto con i vari sindaci, siamo noi quelli che nelle battaglie quotidiane stanno in trincea. E a livello di comprensorio non si può gravare su un solo presidio ospedaliero. I comuni faranno la loro parte. Al nostro progetto potranno partecipare cooperative e società che riterranno di poter garantire questi servizi". 

L'amministrazione ha spiegato che i termini del bando sono ancora tutti da definire, sia in termini di costi, sia di servizio assistenziale. In sostanza Finale Salute manterrà i servizi che l'Asl sarà intenzionata a continuare a finanziare, mentre il bando sarà assegnato a un gestore esterno (che, qualora si aggiudicasse l'appalto, potrebbe essere lo stesso Finale Salute) che coprirà la parte di servizi che il Comune definirà nel bando. 

Al dibattito hanno presenziato: Roberto Barelli, sindaco di Orco Feglino, gli assessori Guzzi, Casanova e Orso, la vicepresidente del Consiglio comunale Marilena Rosa, la capogruppo del gruppo misto di Minoranza Marinella Geremia, il presidente della Consulta del Volontariato Emanuele Gerardi e i conduttori di Brg Radio, la web radio di Finalborgo Massimo Crippa e Italo Mazzucco, che spesso hanno dedicato le loro puntate di "Italo's Village " al tema della sanità. 

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore