/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | giovedì 12 aprile 2018, 14:14

Liguria Marathon: la Prefettura spiega le dinamiche legate alla viabilità

Il Prefetto: "Era impossibile chiudere un'arteria importante come la via Aurelia in una data così vicina al ponte festivo del 25 aprile"

Liguria Marathon: la Prefettura spiega le dinamiche legate alla viabilità

La Prefettura di Savona rende nota in modo ufficiale la sua posizione in merito alla Riviera Marathon: "Lo scorso 22 marzo, l’associazione “A.S.D. RunRivieraRun” ha presentato, in qualità di soggetto organizzatore, una richiesta di autorizzazione allo svolgimento della “Liguria Marathon” per il successivo 22 aprile.

È apparso subito chiaro che l’effettuazione della manifestazione avrebbe comportato la chiusura della via Aurelia per l’intera mattinata e per parte del pomeriggio di quella giornata, andando a interessare peraltro il lungo tratto che va da Loano a Savona, in buona parte carente di una valida viabilità alternativa.

Il tutto in una domenica particolare – anche perché antecedente la festività del 25 aprile - potenzialmente caratterizzata da un massiccio afflusso di veicoli e turisti e già fortemente esposta a rischio di incolonnamenti ed ingorghi.

Acquisiti i pareri delle Forze di polizia e dell’Anas, il Prefetto ha tempestivamente comunicato agli organizzatori che non sarebbe stato possibile accordare la chiusura dell’Aurelia per la data richiesta.

Tale orientamento è stato espresso sulla base della considerazione che la Statale n.1 costituisce un’arteria vitale per la provincia di Savona e, in generale, per la Liguria, e che pertanto va preservata, soprattutto nei week end primaverili ed estivi, da “stress” aggiuntivi a quelli che già sopporta in via ordinaria.

Gli organizzatori e il Comune di Savona, capofila del progetto insieme a quello di Loano, si sono dimostrati sensibili all’esigenza rappresentata dal Prefetto ed è stato quindi concordato il rinvio della manifestazione al 18 novembre, data in cui risultano sussistere tutte le condizioni per l’effettuazione della maratona senza particolari problemi di viabilità.

Così facendo – conclude il Prefetto – si ritiene che i soggetti interessati, dalla Prefettura alle Forze di polizia, dai Comuni fino agli organizzatori, abbiano reso un servizio alla comunità in termini di vivibilità ordinaria e di sicurezza stradale, salvaguardando nel contempo una manifestazione di indubbia valenza  e lustro per il territorio“.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore