/ Eventi

Spazio Annunci della tua città

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | giovedì 12 aprile 2018, 09:25

Bergeggi, domenica escursione a Punta Predani e alla Grotta Marina

Partenza alle ore 10.00 dalla via Aurelia, incrocio con Via Torre d’Ere

“Punta Predani e la Grotta Marina”. Domenica 15 aprile alle ore 10.00, escursione alla scoperta della Riserva Naturale Regionale di Bergeggi, dell’Area Marina Protetta e della più nota grotta marina della Liguria.

Una divertente passeggiata tutta sul mare, immersi nelle peculiarità naturalistiche del tratto di costa compreso tra Torre del Mare e l’abitato di Bergeggi che, insieme alla piccola isola che si innalza dal mare a meno di 200 m. dalla costa, rappresenta un insieme dalle caratteristiche morfologiche uniche, riconosciuto dal 1985 come Riserva Naturale Regionale.

La Grotta Marina di Bergeggi rappresenta la principale cavità della Liguria invasa dalle acque del mare, nonché uno dei più importanti siti preistorici della Regione. Originatasi per corrosione carsica in calcari dolomitici risalenti a circa 240 milioni di anni fa (Triassico medio), presenta, nella parte emersa, un'ampia cavità principale nella quale oggi entra il mare e alcune diramazioni poste a livelli superiori mentre, sotto il livello del mare, si articola  in diversi cunicoli, sale più o meno ampie e laghi salmastri. Le testimonianze in essa conservate, la morfologia delle pareti e i depositi marini e continentali che si trovano al suo interno, hanno permesso di raccogliere dati fondamentali relativi all’evoluzione dell’intera area costiera durante il Quaternario, era geologica caratterizzata da numerose e intense variazioni climatiche (glaciazioni) con conseguenti oscillazioni del livello del mare. Frequentata fin dall’antichità, al suo interno sono stati rinvenuti numerosi reperti paleontologici risalenti al Neolitico che testimoniano l’uso della grotta sia a scopo sepolcrale sia abitativo.

Partenza alle ore 10.00 dalla via Aurelia, incrocio con Via Torre d’Ere (nei pressi del bar). Attrezzatura obbligatoria: scarpe chiuse con suola in gomma (in caso di pioggia l’escursione sarà annullata). 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore