/ Albenganese

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Albenganese | sabato 05 maggio 2018, 19:10

Lega e Forza Italia sul caso dell'accertamento Tari ad Albenga:"L'amministrazione si accanisce contro le partite iva"

"Invitiamo tutti i titolari di partite iva che riceveranno le cartelle dell'accertamento nel 2018 a non pagare prima di aver contattato le segreterie di Forza Italia e Lega Nord per valutare l'opportunità di un ulteriore ricorso in Commissione tributaria"

Lega e Forza Italia sul caso dell'accertamento Tari ad Albenga:"L'amministrazione si accanisce contro le partite iva"

Le segreterie di Forza Italia e Lega Nord tornano sul caso delle partite iva oggetto dell'accertamento massivo della Tari ad Albenga.

"Dopo che la Commissione tributaria di Savona ha dato ragione a Forza Italia e Lega nord per le modalità illegittime con cui l'Amministrazione Cangiano ha sanzionato, al 31 dicembre 2017, le partite iva oggetto dell'accertamento massivo della Tari, il Partito democratico al governo della città ingrana la retromarcia. Sindaco Cangiano e compagni hanno deciso di riportare in Consiglio comunale, lunedì sera, la delibera sui criteri di calcolo delle sanzioni Tari da loro approvate appena due mesi fa sulla base del parere a firma del dott. Maurizio Delfino, per correggerle ancora una volta alla luce delle recenti sentenze tributarie e poter così emettere altre migliaia di avvisi di pagamento per accertamento massivo nei confronti di chi ha omesso in tutto o in parte di dichiarare la tassa rifiuti" spiegano dalle segreterie.

"Dunque, anche se con retroattività dal primo gennaio 2018, dalla prossima settimana le utenze non domestiche nel mirino dell’assessore al bilancio l’Avvocato Paola Allaria riceveranno gli avvisi di pagamento della Tari per gli anni passati, con le sanzioni calcolate secondo il criterio del cumulo giuridico, meno afflittivo delle sanzioni del 750% applicate fino al 31 dicembre 2017 dall’Amministrazione Cangiano che ha così incassato in maniera illegittima 3 milioni e 600 mila euro che non restituirà più" continuano.

"L'amministrazione del Partito democratico facendo retromarcia su tutta la linea di questo accertamento Tari ha scelto poi un'altra novità politica da impugnare presso le sedi competenti: applicherà due sanzioni sulla Tari non pagata regolarmente nei 5 anni passati, calcolate entrambe col cumulo giuridico. Dunque una sanzione per l'omesso o infedele dichiarazione e una sanzione per il mancato versamento" spiegano da Forza Italia e Lega Nord.

"Andando contro al parere pro-veritate richiesto da Forza Italia e Lega Nord al prestigioso studio legale tributario ingauno dell'Avvocato Luca Olivieri, l'amministrazione comunale ancora una volta si accanisce contro le partite iva perchè non intende applicare una sanzione unica "assorbente" di tutte le violazioni, pur di fare cassa e introitare ancora una volta soldi nelle casse del Comune puntando sulla buona fede degli Albenganesi. Invitiamo tutti i titolari di partite iva che riceveranno le cartelle dell'accertamento nel 2018 a non pagare prima di aver contattato le segreterie di Forza Italia e Lega Nord per valutare l'opportunità di un ulteriore ricorso in Commissione tributaria che riconosca il principio dell'assorbimento, previsto anche nel codice penale da cui trae ispirazione il diritto tributario. Purtroppo abbiamo capito che questa Amministrazione nei Consigli comunali ha scelto il ruolo del teleimbonitore pur di spremere i contribuenti" concludono.

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore