/ 

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

| giovedì 06 dicembre 2018, 10:15

Privatizzazione degli ospedali di Albenga e Cairo: la gestione affidata all'Istituto ortopedico Galeazzi (FOTO e VIDEO)

Questa mattina presso la sede della Regione Liguria, si è tenuta la seduta pubblica della Commissione preposta per l’apertura delle buste economiche e l’aggiudicazione provvisoria

Privatizzazione degli ospedali di Albenga e Cairo: la gestione affidata all'Istituto ortopedico Galeazzi (FOTO e VIDEO)

Privatizzazione degli ospedali di Albenga e Cairo Montenotte. Questa mattina presso la sede della Regione Liguria in via via Fieschi 15 (Sala riunioni 7° piano, Torre A) a Genova, si è tenuta la seduta pubblica della Commissione preposta per l’apertura delle buste economiche e l’aggiudicazione provvisoria. 

La gestione dei nosocomi di Albenga e Cairo Montenotte, è stata affidata all'Istituto ortopedico Galeazzi Irccs del Gruppo milanese San Donato. 

L'assegnazione provvisoria è stata formalizzata con l'apertura delle buste questa mattina, a Genova, negli uffici della Regione. Il gruppo lombardo ha presentato un'offerta per il Santa Maria di Misericordia e per il San Giuseppe (Lotto 2) con il 5 per cento di sconto sulla base d'asta, mentre l'offerta tecnica è stata valutata con 60,15 punti dalla commissione. L'Istituto Galeazzi ha vinto sull'unico concorrente, il Policlinico di Monza.

Per quanto riguarda l'ospedale di Bordighera, il Saint Charles è stato assegnato provvisoriamente alla cordata di imprese con il Maria Cecilia Hospital (Cotignola, provincia di Ravenna) e l'Iclas (Rapallo), strutture del gruppo Villa Maria (Ravenna). L'apertura delle buste per l'affidamento della gestione ai privati si è svolta stamane in Regione Liguria. Per il nosocomio di Bordighera (Lotto 1) era l'unica offerta pervenuta. Il gruppo di imprese ha depositato un'offerta con l’11,5 per cento di sconto sul prezzo a base d’asta. La commissione ha valutato con 39,5 punti la proposta tecnica.

La Commissione è stata presieduta da Giorgio Sacco, direttore dell'area Centrale Regionale Acquisti di Alisa. 

Come noto, le tre strutture rimarranno ospedali pubblici, ma verranno gestite dal privato convenzionato sotto uno stretto e rigoroso controllo pubblico, senza costi aggiuntivi a carico dei cittadini: servizi erogati, regolamenti e monitoraggi restano in capo al sistema sanitario regionale. I punti fermi del bando erano due: la riapertura dei Pronto soccorso con il mantenimento degli attuali livelli occupazionali e del rapporto di impiego dei lavoratori con le Asl di appartenenza.

L'assessore regionale alla Sanità Sonia Viale: "Oggi abbiamo salvato tre ospedali" (il VIDEO):

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore