/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Buono stato di conservazione sia estetica che funzionale, colore blu, parcheggiata in garage privato. Documentazione...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | martedì 11 aprile 2017, 12:41

Dal Marocco alla piazza savonese, scoperto traffico internazionale di stupefacenti: sequestrato carico da quasi 1 milione di euro

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Savona la notte tra domenica e lunedì hanno tratto in arresto cinque persone nell'ambito dell'operazione soprannominata "Viaje"

35 chili di sostanza stupefacente destinata alla piazza della riviera ligure ma anche a quella milanese e torinese.

E' l'ingente quantità rinvenuta dai militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Savona che la notte tra domenica e lunedì hanno tratto in arresto cinque persone per “traffico internazionale di sostanze stupefacenti”, nell'ambito dell'operazione soprannominata "Viaje" (viaggio in spagnolo).

L’arresto conclude un’attività in corso da gennaio e che ha consentito di smantellare un gruppo criminale specializzato nel trasporto in Italia di sostanza stupefacente. E' stato rinvenuto infatti un carico composto da 24 chili di marijuana e 11 chili di hashish per un valore di oltre 800.000 euro.

L’ingente quantitativo sequestrato non era destinato allo spaccio immediato ma ai grossisti: la sostanza stupefacente proveniva dal Marocco e iniziava il suo viaggio da Gibilterra, con pausa a Barcellona dove il carico veniva ceduto ai trafficanti che lo portavano in Italia. Ed è proprio dalla Spagna che partivano i cinque, due italiani, due marocchini e un argentino, che sono stati fermati la scorsa notte in un autogril, nel quale si era fermati per fare rifornimento, tra Orco Feglino e Spotorno. I cinque si dividevano in tre mezzi: uno, un furgoncino Mitsubishi portava il materiale mentre gli altri vuoti svolgevano il ruolo di staffetta.

Le indagini sono iniziate a gennaio in seguito ad una segnalazione di estorsione nella darsena di Savona, ed è proprio in un appartamento della zona che i Carabinieri hanno notato il capo della banda parcheggiare il Mitsubishi ed entrare in un alloggio. La targa spagnola ha insospettito i militari, in quanto il veicolo risultava essere stato fermato diverse volte a Milano. Da qui sono iniziati i controlli sugli spostamenti del veicolo. 

Sono stati arrestati: El Gharbaoui Rachid, marocchino di 51 anni; Ansary Belfkihnoura, marocchino di 43 anni; Di Maio Gaetano, italiano originario di Varese di 55 anni; Carenza Cosimo, italiano originario di Varese di 45 anni e Garcia Luca Maximiliano, argentino di 23 anni.

Comandante del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Savona, Alberto Azara:

Debora Geido

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore