/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Centralissimo vicinissimo mare in viale Martiri della Liberta` contratto 4+4 residente arredato 11 vani 210mq....

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | martedì 14 novembre 2017, 01:00

"Braccio di Ferro" tra maggioranza e minoranza finalese in consiglio comunale (FOTO e VIDEO)

Ultimo giorno utile per approvare il regolamento edilizio: la minoranza lascia la sala consiliare, facendo mancare il numero legale. L'arrivo "in zona Cesarini" del consigliere Rotelli da Milano toglie le castagne dal fuoco alla maggioranza

Il Comune di Finale Ligure, dopo i recenti “scossoni” all’Unione dei Comuni ha portato in Consiglio Comunale tre punti all’Ordine del Giorno nei quali vengono riviste le convenzioni tra Finale Ligure e Orco Feglino relativamente a diversi servizi, nella fattispecie Turismo, Cultura, URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico), Sportello Unico Attività Produttive, Servizi Sociali e Servizi Scolastici.

I vari gruppi di minoranza, si sa, nei recenti consigli comunali hanno espresso a più riprese le loro perplessità non tanto strettamente legate all’idea di Unione di Comuni in sé, quanto a come la gestione di essa si è sviluppata nel corso dell’esperimento.

Pertanto in questa occasione hanno deciso di lasciare la sala consiliare, facendo così mancare il numero legale (tra la maggioranza erano oggi assenti Debora Rotelli e Marinella Orso) e, di conseguenza, rendendo impossibile qualsiasi votazione. Ma il gesto ha avuto ripercussioni che vanno oltre l’Unione dei Comuni: infatti il 13 novembre era l’ultimo giorno utile per approvare il Regolamento Edilizio e, per questo motivo, tra le varie amministrazioni della provincia di Savona c’è stata una corsa a organizzare in fretta un consiglio comunale che comprendesse questo punto all’Ordine del Giorno (nello stesso giorno, infatti, c’erano anche i consigli comunali ad Albenga, Loano, Pietra Ligure, Spotorno e Savona tra gli altri).

Che cosa sarebbbe potuto succedere? Non potendo stare nei tempi imposti il Comune di Finale avrebbe perso la possibilità di presentare un proprio regolamento edilizio, dovendo quindi adottare quello nazionale. E ciò avrebbe potuto rilevarsi penalizzante per diversi progetti.

A salvare letteralmente in extremis la situazione, dopo una sospensione della seduta protrattasi dalle 19 alle 23, sono intervenute le due assenti della sessione pomeridiana, Marinella Orso, sopraggiunta in sala consiliare alle 23.18 e, soprattutto, vero ago della bilancia, Debora Rotelli, giunta appositamente da Milano alle 23.50 e costretta a rientrare a Milano già nottetempo per impegni lavorativi del mattino dopo.

L’ottenimento “in zona Cesarini” del numero legale ha consentito alla maggioranza, in totale solitudine, di approvare “a raffica” entro la mezzanotte tutti i punti all’ordine del giorno rimasti in sospeso, stralciando quelli presentati dalla minoranza in quanto assente.

Il commento della seduta da parte del sindaco Ugo Frascherelli:

Le considerazioni di Debora Rotelli:

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore