/ Eventi

Eventi | venerdì 15 dicembre 2017, 11:30

Stasera al Giardino Serenella Savona ricorda il grande musicista Joe Vescovi

Il virtuoso savonese delle tastiere, che prestò la sua straordinaria tecnica a tanti nomi illustri, ci ha lasciato a novembre del 2014

Un grande omaggio allo straordinario tastierista Joe Vescovi (collaboratore di Umberto Tozzi, Dik Dik, fondatore dei Trip, solo per citare i progetti più illustri) nella sua Savona, la città in cui era nato e dove ha composto le sue opere migliori. Un modo per ricordare tutti insieme questo importante artista a tre anni dalla sua scomparsa, avvenuta il 28 novembre del 2014.

Questo è quanto ha organizzato un gruppo di amici per questa sera, venerdì 15 dicembre, a partire dalle ore 21 presso l’SMS Fornaci Giardino Serenella di Savona: una serata-incontro tra appassionati, musicisti, collezionisti e fans per omaggiare la figura del grande Joe Vescovi e il suo forte legame con questa città che gli ha dato i natali.

Mirella Carrara e Stefano Mantello, che con l’aiuto di amici e collaboratori hanno raccolto parecchio materiale sulla vita di questo artista, saranno intervistati da Alberto Sgarlato, giornalista di Savonanews e critico musicale di MAT2020.

Si ripercorreranno le strade musicali battute da Joe, dai suoi esordi adolescenziali, nel 1962, fino agli incontri importanti, con Arvid “Wegg” Andersen e Billy Gray, che porteranno alla nascita di quel grande fenomeno artistico che fu la band dei Trip.

Durante l’intervista scorreranno foto d’epoca (molte delle quali addirittura inedite o di difficile reperibilità) e il dibattito sarà intervallato con ascolti di materiale audio, anche in questo caso raro o addirittura inedito, fino a culminare in un bel live del dicembre 1973 registrato a Foggia e incentrato sul periodo “A time of change” (un album poco portato dal vivo all’epoca e mai più ripreso con la celebre reunion degli anni 2000).

In tutto questo troverà spazio anche una retrospettiva dedicata a Wegg Andersen: le sue numerose conoscenze illustri nel mondo del rock inglese, gli esordi con alcune band espressamente progettate per il mercato internazionale (come The Mosqueteers), fino ai grandi risultati ottenuti anche dopo la musica, con la sua carriera di archeologo.

Tornando a Joe Vescovi, si continuerà ad esplorare il suo universo di collaborazioni di altissimo livello, tra cui un raro e fino a oggi sconosciuto demo legato alla sua breve permanenza negli Acqua Fragile, a febbraio 1976. E poi la svolta nel mondo dell’hard rock e dell’heavy metal con i Knife Edge, celebre formazione della scena savonese, fino ad arrivare  all’ultimo periodo della sua vita, con la visione di alcuni video recenti della reunion dei Trip (alcuni dei quali inediti) e altri con i Dik Dik trasmessi in televisione ma oggi diventati praticamente introvabili.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore