/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | lunedì 19 marzo 2018, 17:26

Pietra Ligure, Carrara: "Allagamenti cronici alla foce del rio Ranzi. Che cosa intende fare la maggioranza?"

Il capogruppo della Lista Civica dei Pietresi: "Questi disagi rendono di fatto inaccessibile anche la nuova passeggiata di Ponente. A che cosa è servito farla per poi non valorizzarla?"

Nelle ultime due settimane su Savonanews abbiamo spesso affrontato le problematiche degli allagamenti nei sottopassi alla foce del Rio Ranzi a Pietra Ligure.

Adesso il disagio approda in consiglio comunale sotto forma di mozione presentata dalla Lista Civica dei Pietresi.

Scrive nel testo della mozione il consigliere capogruppo Mario Carrara: “Sollecitati da diversi abitanti della zona di via XXV Aprile, viale Riviera e via Cornice che, per accedere alle spiagge del litorale di ponente, utilizzano l'unico suo vero accesso pratico, cioè il sottopasso del ponte della ferrovia sul Rio Ranzi, ci siamo recati sul posto per renderci conto personalmente della situazione”.

Come è sua consuetudine, Carrara spiega la problematica accompagnandola con alcune note storiche: “Il succitato sottopasso sul Rio, non da oggi, ma da sempre, rappresesenta l'accesso utilizzato dai pietresi per recarsi su quella che,  un tempo, si chiamava "Maina de Ransci" , solo che,  oggi, questo stesso "accesso" presenta non  pochi gravi problemi, per lo più insorti dopo le ultime esecuzioni dei lavori”.

E qui il capogruppo della Lista Civica dei Pietresi passa alla trattazione tecnica: “Le cose che balzano più evidenti, alla vista, sono: il "dislivello" notevole,  in altezza, che si è creato nei confronti della spiaggia dal Rio stesso verso ponente,  che rende nei fatti impossibile accedere alla nuova passeggiata;  la presenza di un allagamento "cronico" sotto tutta l'ampiezza del ponte ferroviario ed oltre.

Il nuovo "dislivello" tra il piano di calpestio del passaggio nel sottopasso ed il livello della spiaggia a ponente provoca l'impossibilità di accedere alla nuova passeggiata a fianco della linea ferroviaria: a meno che non ci si "arrampichi", nel vero senso della parola;  oppure,  che si arrivi proprio sul limite del "bagnasciuga" e poi risalire verso la passeggiata stessa; ma chi volesse passeggiare sulla nuova "promenade" ha le scarpe e non può certo arrivare fino alla battigia e poi fare un percorso sulla sabbia,  per poter,  dopo quel lungo giro, arrivare fino alla nuova passeggiata.

Inoltre, gli allagamenti perenni, che giacciono e persistono,  ormai,  dal tempo dei lavori su tutta il complesso della rotonda e del fiume,  vengono provocati, probabilmente, dall'aver abbassato il piano dell'alveo, con la conseguenza inevitabile della "risalita" lungo il corso del torrente dell'acqua del mare che, poi, "ristagna" in modo da creare, appunto, uno stagno, stabile e malsano.

Questo stesso "stagno" si estende,  come ognuno può constatare di persona,  dal ponte della ferrovia fin dentro e sotto la struttura del ponte della rotonda. Inoltre, in certi punti è anche ben profondo.

Tutto ciò ha formato una vera e propria nuova "barriera" naturale nei confronti di chi volesse accedere alla spiaggia, che, per colpa di questi "ostacoli", sta diventando una meta pressoché irraggiungibile!

Senz'altro "irraggiungibile " lo è già ora la nuova passeggiata di ponente, visto che dal lato Rio Ranzi  non si può più "imboccare"; come le fotografie dimostrano eloquentemente.

Dispiace dover amaramente prendere atto che,  dopo il rilevante costo economico sopportato dalla città solo pochi anni fa,  questa struttura, che avrebbe dovuto costituire un'occasione di valorizzazione e "rilancio" del quartiere di ponente di Pietra Ligure,  per troppo tempo abbandonato  a se stesso,  ora,  sia diventata,  nei fatti,  inutilizzabile dall'accesso lato Rio Ranzi,  potendo esser percorsa solo dall'ingresso lato S.  Corona.

Non può non sorgere spontanea la domanda: a cosa serve aver fatto una nuova passeggiata sul mare,  se è diventato impossibile raggiungerla?

A maggior ragione ci chiediamo come possa una mamma con un passeggino,  o un disabile su una carrozzella raggiungere la passeggiata e la stessa spiaggia,  vista l'incresciosa situazione che si è venuta a creare?

Sembra, infine,  che sussistano,  pure,  problemi per quanto riguarda gli allacciamenti alle fognature degli stabilimenti balneari. Ciò non può non destare preoccupazione non solo per i gestori ma anche per tutti gli utenti,  visto che la stagione balneare è, ormai,  alle porte”.

La mozione si conclude con questa richiesta: "Impegniamo il Sindaco e la Giunta ad eliminare gli allagamenti e la persistenza dei ristagni d'acqua al di sotto dei ponti della ferrovia e della rotonda dell'Aurelia.  Ristagni che provocano una barriera insormontabile per l'accesso al litorale da parte degli utenti.  Si dà mandato di verificare la possibilità della sistemazione anche di adeguate passerelle che possano esser utili all'uopo ed, al contempo,  consentano lo scorrimento per "scivolamento" dell'acqua del torrente, in caso di piena.

Inoltre,  impegniamo il Sindaco e la Giunta a ripristinare un idoneo collegamento d'accesso dal lato Rio Ranzi con la nuova passeggiata di ponente, oggi divenuta "irraggiungibile" proprio dallo stesso lato Rio Ranzi.

Infine,  si chiede di riattivare gli allacci degli stabilimenti balneari,  nel caso risultasse vera e fondata la notizia del loro, a tutt'oggi,  ancor inattuato allaccio".

A. Sg.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore