/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | venerdì 13 aprile 2018, 10:30

Savona e il mistero della torre del Brandale, “A Campanassa”, scomparsa

L’assenza nella riproduzione in bronzo presente in Darsena ci è stata segnalata su Instagram dalla blogger Ylenia Venturi, due foto uguali nel giro di 4 giorni e nella seconda il Palazzo sembra sparito da piazza del Brandale

È possibile che a Savona sia sparita la storica “Campanassa”, il Brandale, torre tra le più imponenti, presente insieme a quelle dei Corsi e Guarnero?

Nulla da temere, la piazza del Brandale è sempre sovrastata dalle tre leggendarie torri ma nella scultura in bronzo creata nella Darsena di fronte alla Torretta a favore dei non vedenti con scritte in braille per riconoscere la città (ma non solo, utile anche ai croceristi), qualcosa non quadra.

L’assenza ci è stata segnalata su Instagram dalla blogger Ylenia Venturi (nome sul social @Thirtiethofmarch), nella sua foto del 2 aprile le tre torri sono ben presenti ma invece, 4 giorni dopo, con un ulteriore foto il 6, la torre del Brandale sembra essere scomparso (cliccando sulle rispettive parti di testo le foto su Instagram). 

La realizzazione, definita comunemente "plastico" anche se è in bronzo, di circa 9 anni fa dell’artista Giuliana Ranghieri, su iniziativa del Lions Savona Host e con il patrocinio dell'Assessorato ai Quartieri, è presente anche in Largo Varaldo davanti all’oratorio del Cristo Risorto e come si può notare non è in scala e le proporzioni sono volutamente “infedeli” in quanto oltre alla difficoltà della riproduzione vera e propria si sono verificate esigenze scultoree.

In questo caso non si tratta di una voluta dimenticanza perché la Campanassa era presente quattro giorni prima ma di un possibile atto vandalico in quanto si può notare sull’opera l’assenza come se la torre fosse stata staccata.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore