/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

part-time pomeridiano disponibile ponti primaverili e stagione estiva 2018 pescheria friggitoria in Celle Ligure...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | venerdì 13 aprile 2018, 09:47

Microcriminalità ad Albenga, un problema da risolvere

Pallaro dei Cittadini Stanchi: "Sarebbe importante che anche una piccola delegazione di cittadini fosse presente al comitato provinciale di sicurezza. Vogliamo essere ascoltati"

Continua ad Albenga la lotta contro la microcriminalità ed in particolare contro i reati legati allo spaccio di stupefacenti. Il sindaco Giorgio Cangiano ha recentemente chiesto la convocazione del comitato provinciale di sicurezza proprio allo scopo di rappresentare le difficoltà vissute dalla Città delle Torri e chiedere contestualmente il potenziamento della presenza delle forze dell’ordine sul territorio.

“Servono più uomini in divisa per le nostre strade e provvedimenti di allontanamento efficaci per chi commette reati” aveva affermano il sindaco Cangiano facendo contestualmente un plauso agli interventi posti in essere dalle forze dell’ordine in città. Allo stesso modo i cittadini hanno segnalato in diverse occasioni una situazione di “emergenza” specialmente in alcune zone di Albenga.

Pontelungo e le sue traverse (via Carloforte per citarne una), Piazza del Popolo e il Centro Storico così come la foce e il lungocenta.

Una vera e propria mappa delle zone “calde” (vedi foto) che hanno spinto alcuni residenti a riunirsi in “comitati di sicurezza”, a creare gruppi whatsapp per segnalare “situazioni sospette” e fare fronte comune contro la microcriminalità.

Afferma Angelo Pallaro dei Cittadini Stanchi: “Abbiamo chiesto anche noi un incontro al Prefetto, questo già alcuni mesi fa. Siamo felici se il sindaco Giorgio Cangiano rappresenterà nel comitato provinciale di sicurezza le problematiche di Albenga. Crediamo che sarebbe utile se in quella sede fosse presente anche una piccola delegazione di cittadini. Ascoltando la voce di chi vive quotidianamente questa situazione crediamo potrebbe arrivare meglio il messaggio che un intervento serio ed efficace non è più procrastinabile.”

Conclude Pallaro: “Le forze dell’ordine ed i vigili fanno già molto. La loro presenza si nota ed è importante, ma crediamo che dovrebbero esserci più agenti in divisa tra le nostre vie. Inoltre è necessario applicare strumenti quali Daspo Urbano ed allontanamento per alcuni individui. Molto spesso ubriachi molesti o piccoli malviventi vengono segnalati alle forze dell’ordine che intervengono. Purtroppo dopo poco tempo le stesse facce si trovano nuovamente tra le nostre vie e tornano alle loro “attività”. Solo allontanandoli effettivamente da Albenga forse si potrebbe lanciare il messaggio che non si rimane impuniti per le azioni commesse”.

Continua Pallaro: “ Il Prefetto ci ha risposto alcuni giorni fa spiegando come nel corso del 2017, sono stati effettuati oltre 120 servizi ordinari, in aggiunta a quelli straordinari, che hanno consentito l'arresto di numerose persone per spaccio di sostanze stupefacenti e reati predatori. Anche l'Amministrazione comunale, più volte invitata a promuovere gli interventi necessari ad eliminare quelle situazioni urbane suscettibili di creare una percezione di degrado ambientale, ha assicurato un'implementazione del sistema di videosorveglianza cittadino, attraverso l'installazione di alcune telecamere nelle zone più delicate del centro storico.

Proprio al fine di mantenere elevata l'attenzione su fenomeni perlopiù legati allo spaccio di sostanze stupefacenti, con ordinanza di servizio del Questore sono stati, da ultimo, programmati, in aggiunta all'attività ordinaria delle Forze dell'Ordine, ulteriori servizi straordinari di prevenzione e controllo realizzati con l'ausilio di personale del Reparto Prevenzione Crimine Liguria e con il supporto della Polizia locale, in un ottica di sicurezza integrata.

Nell'assicurare che la situazione complessiva dell'ordine e della sicurezza pubblica di Albenga è costantemente monitorata, si evidenzia che tale incisiva attività di prevenzione e contrasto verrà periodicamente riproposta, secondo moduli organizzativi concordati dai vertici provinciali delle Forze dell'ordine, al fine di contrastare le situazioni di disagio segnalate. Si rappresenta, infine, che particolari problematiche potranno poi essere sottoposte all'attenzione di questo Ufficio per un esame approfondito in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica.”

Conclude Pallaro: “Speriamo, a questo punto, che ciò possa essere fatto realmente”.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore