/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | sabato 12 maggio 2018, 14:30

Savona, inaugurata la panchina rossa per dire No alla violenza sulle donne

Ilaria Caprioglio: "Una piaga sociale che ha come vittime non solo la donna ma anche i suoi figli, quasi sempre minori, che assistono a tali violenze"

Savona, inaugurata la panchina rossa per dire No alla violenza sulle donne

Una panchina rossa per dire no alla violenza sulle donne. E' stata inaugurata questa mattina in piazza Giulio II a Savona alla presenza del sindaco di Savona Ilaria Caprioglio e l'assessore alle pari opportunità Barbara Marozzi. Un'iniziativa che è stata messa in campo dal CIF (Centro Italiano Femminile), con la collaborazione del Comune di Savona.

Un azione di sensibilizzazione e di informazione lanciata dagli Stati Generali delle Donne alla quale hanno aderito diverse città italiane. Le Panchine rosse sono il simbolo delle donne vittime di femminicidio, emblema del posto occupato da una donna uccisa da un uomo in quanto donna, segno tangibile di una perdita causata dalla violenza, denuncia del femminicidio, stimolo a un confronto e ad una riflessione sulla violenza e sui cambiamenti culturali necessari per sconfiggerla. Le Panchine rosse vogliono indurre i cittadini a fermarsi, a non dimenticare e a mantenere alta l’allerta, contro l’indifferenza.

Commenta il Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio: ”Abbiamo aderito e collaborato a questa importante iniziativa riservando uno spazio per la Panchina rossa nel cuore della Città, affinchè chiunque passando, possa essere sensibilizzato su un fenomeno che sta dilagando. Una piaga sociale che ha come vittime non solo la donna ma anche i suoi figli, quasi sempre minori, che assistono a tali violenze. La Panchina rossa viene inaugurata ad una settimana di distanza dal primo incontro, svoltosi in Prefettura, a seguito della firma del Protocollo per la prevenzione ed il contrasto della violenza nei confronti delle donne, minori e persone vulnerabili nella Regione Liguria”.

Aggiunge l'assessore Barbara Marozzi: "Svolgiamo tantissime iniziative per sensibilizzare su questo tema, abbiamo addirittura un mese contro la violenza sulle donne. E dobbiamo dire grazie anche a una solida rete associazionistica. Diciamo no alla violenza di genere ma, in realtà, anche a ogni forma di sopruso. E la cittadinanza risponde pienamente e positivamente. Unire le forze è fondamentale per fare la differenza".

"Un simbolo - spiega Veronica Cocumazzo, del CIF - per dire insieme a tutta la cittadinanza un basta alla violenza sulle donne. Noi ci siamo, se qualcuna vuole denunciare può farlo anche da noi". Veronica Cocumazzo, in questa videointervista, annuncia anche i prossimi appuntamenti sul tema.

Tecla Trotta, membro del Consiglio nazionale Cif e presidente comunale Finale, e Laura Prato Biagini, presidente comunale Cif Savona, concludono: "Siamo una associazione di ispirazione cristiana e abbiamo lanciato questa iniziativa in diverse piazze italiane per sensibilizzare su questo tema".

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore