/ Albenganese

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Albenganese | giovedì 12 luglio 2018, 12:35

Albenga, “Il ricordo dei Soli Gemelli”: ecco l'ultimo libro della psicologa ingauna Laura Facollo

Una fiaba alchemica dedicata a tutti coloro che sono in viaggio, in cerca, od in attesa.

“Il ricordo dei Soli Gemelli”, è questo il titolo dell’ultimo libro scritto dalla psicologa ingauna Laura Facollo ed edito da AltroMondo Editore. Una fiaba alchemica dedicata a tutti coloro che sono in viaggio, in cerca, od in attesa; a quei giovani che, nell’atto di cercarsi e delineare il proprio volto, esclamano attoniti: “Com’è splendida l’avventura!”.  Ed a tutti quegli adulti che, a prescindere dall’età e dai casi della vita, sono ancora capaci di giocare i propri sogni.

La storia è ambientata iuna terra rischiarata da due soli, separata dal nostro mondo da un velo invisibile, dove vive Euriala, l’io narrante, che conduce il lettore su sentieri che si snodano tra territori onirici ed al contempo reali, nostalgici, assetati di terra. Una terra a cui Euriala dovrà approdare: ella è infatti la “Kore Kosmou”, l’eterna fanciulla le cui tracce si ravvisano negli scritti attribuiti ad Ermete Trismegisto. Tuttavia, quando nel mondo di Euriala fa il suo ingresso un uomo sconosciuto – un mortale, presumibilmente – la Fanciulla Eterna scopre l’amore, e si rende conto che l’eternità è troppo poco, non le basta più…

Decide dunque d’attraversare il velo per ricongiungersi all’uomo amato, che nel frattempo sembra essere scomparso. Una volta approdata nella terra dei mortali, Euriala dovrà mutare il proprio nome ed intraprendere una nuova vita, in veste d’artista nottambula, senza mai smettere di cercare il compagno smarrito. “Insieme è la sola parola che valga la pena pronunciare, celebrare, dandole spazio”, sostiene la fanciulla; svelando inoltre all’impavido lettore: “Sei la tua storia, la risposta al tuo stesso enigma”.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore