/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | giovedì 12 luglio 2018, 14:50

Finalpia si prepara a salutare la sua nuova via Drione

Domani alle 18 l'inaugurazione della strada completamente riqualificata

Finalpia si prepara alla tanto attesa inaugurazione di una via Drione completamente rinnovata, prevista per la giornata di domani alle 18 alla presenza di numerose autorità politiche, militari, religiose, provinciali, regionali.

Stamattina le maestranze comunali hanno iniziato a posizionare l’arredo urbano arrivato ieri (panchine e fioriere) e il sistema di apertura e chiusura di accesso alla via decorato con le fioriere. I vasi sono installati su un meccanismo che consente il transito o meno per chi sopraggiunge dalla via Aurelia.

Spiega l’assessore Andrea Guzzi: “L’idea sarebbe indicativamente quella di chiudere la strada dalle 19 alle 2 di mattina, per creare un passeggio serale. Da questo punto di vista sarà fondamentale il dialogo con i commercianti, che trarranno un bilancio dei risultati offerti da questa programmazione”.

L’importo complessivo delle opere, che comprenderà anche via Molinetti, sarà di circa 700mila euro. L’8 ottobre sarà cantierata anche via Molinetti.

Commenta ancora Guzzi: “L’inaugurazione si fonde con l’evento “Pestodamare”: dopo il taglio del nastro quindi ci si sposterà in piazza Abbazia per questo doppio appuntamento. Tutto ciò ripete quanto era già avvenuto all’inaugurazione di Via Porro, contestuale all’evento Agrumare. Il messaggio che vogliamo fare arrivare è che Finalpia sarà riqualificata non soltanto dal punto di vista delle opere pubbliche ma anche degli eventi e delle manifestazioni. Ricordiamo anche che a ottobre Finalpia si preparerà alla Festa d’Autunno”.

Conclude l’assessore Guzzi: “Domani per la nostra amministrazione sarà un giorno molto importante. È la concretizzazione di una promessa a tutti i cittadini, ma anche di un sogno. Speriamo che i disagi che i commercianti hanno dovuto subire in questi mesi siano ampiamente ripagati in termini di ritorno di immagine”.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore