/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | martedì 17 luglio 2018, 12:40

Savona, nessuna marcia indietro del sindaco Caprioglio: "Fondamentale un rinnovato slancio a favore della città"

Le parole “morbide” della prima cittadina savonese non vanno però incontro alle richieste pervenute indirettamente dalla Regione: decisivo il consiglio comunale del 31 luglio

Savona, nessuna marcia indietro del sindaco Caprioglio: "Fondamentale un rinnovato slancio a favore della città"

La risposta del sindaco di Savona Ilaria Caprioglio non si è fatta attendere dopo l’incontro di ieri in Regione tra il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, i consiglieri e assessori del comune di Savona, il consigliere regionale Angelo Vaccarezza e il coordinatore provinciale Santiago Vacca (leggi QUI)

Al centro della riunione la richiesta di un maggiore impegno del primo cittadino sulle problematiche savonesi, a cominciare dalla gestione dei rifiuti e una migliore spesa dei finanziamenti giunti da Genova, tralasciando i rimpasti di giunta che a detta del Governatore non sarebbero funzionali per Savona: con la speranza quindi in un dietrofront da parte del sindaco.

Ma così non è stato, anzi, e tramite le sue parole il sindaco ha annunciato che per un cambio di passo della città serve un riassestamento della Giunta, facendo capire tra le righe che il cambio tra l’assessore alle politiche giovanili Barbara Marozzi e Doriana Rodino si farà, oltre all’inserimento del nuovo assessore Andrea Sotgiu e le deleghe rifiuti e ambiente passate di mano da Pietro Santi a Silvano Montaldo.

“Con vero piacere apprendo che dalla riunione svoltasi in Regione è stato preso atto della necessità di un cambio di passo della Giunta, al fine di affrontare con maggior incisività il lavoro che ci attende nei prossimi tre anni. Da parecchi mesi rappresento ai tavoli, provinciali e regionali, le criticità inerenti a determinati settori, oltre i mutati equilibri all'interno della maggioranza, sulle quali non potevo e non posso più indugiare. Ritengo necessario e fondamentale un rinnovato slancio, che solo nuove energie e nuove competenze  possono garantire, al fine di offrire una soluzione a tutti quei problemi che in campagna elettorale ci eravamo impegnati a risolvere” spiega il sindaco Ilaria Caprioglio.

“La soluzione individuata per addivenire a questo cambio di passo non è affatto nebulosa o dettata da altre motivazioni, anzi, il contrario: è stata attentamente ponderata da chi, quotidianamente, si rapporta con la macchina amministrativa e con gli organi esecutivi e consiliari e cioè il Sindaco. È colui che guida ogni giorno l'automobile che sa quando sia necessario  cambiare l'olio o controllare la pressione delle gomme. 

I progetti per la Città sono già stati presentati e chiaramente delineati in questi primi due anni di lavoro, le basi sono state poste e adesso è fondamentale un'azione immediata che permetta di portare a compimento quanto progettato e finanziato” continua la prima cittadina savonese.

“L'assetto di giunta, funzionale per perseguire gli obiettivi che ci siamo prefissati, è stato individuato in questi mesi e non possiamo più permetterci di lasciare trascorrere altro tempo poiché ai Cittadini, e solo a loro, con urgenza e con senso di responsabilità dobbiamo rendere conto del nostro lavoro” conclude Ilaria Caprioglio.

La parola passa così al consiglio comunale di martedì 31 luglio, in quel giorno si potrà capire se la maggioranza risponderà al proprio sindaco o se gli umori politici genovesi e provinciali scalfiranno in qualche modo, probabilmente decisivo in negativo, l’amministrazione Caprioglio. A meno che nel frattempo la frattura tra la Regione e il sindaco non venga ricucita.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore