/ Albenganese

Che tempo fa

24 Ore

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Albenganese | lunedì 21 marzo 2016, 19:14

Crisi Piaggio, i sindaci chiedono all'azienda il rispetto degli accordi e chiarimenti sul piano industriale

All'interno del documento firmato durante il consiglio congiunto odierno, 37 comuni della Provincia di Savona hanno chiesto anche una maggiore attenzione da parte del Governo.

Con questo consiglio congiunto, 37 comuni della Provincia di Savona hanno firmato un documento condiviso per chiedere che l'Azienda Piaggio Aerospace chiarisca approfonditamente il proprio piano industriale, condizioni e le prospettive di implementazione di mantenimento dei livelli occupazionali; che l'azienda venga richiamata al rispetto degli impegni assunti per la salvaguardia dei progetti di sviluppo attualmente in corso, attraverso il completo utilizzo delle nuove tecnologie e la messa a frutto dei notevoli investimenti effettuati nello stabilimento di Villanova d'Albenga, al fine di raggiungere gli auspicati livelli di efficienza prefissati nel piano industriale; che l'azienda venga sollecitata ad attuare il completamento dell'esternalizzazione delle attività produttive previste dal piano industriale con l'utilizzo ottimale delle tecnologie e delle risorse trasferite dagli stabilimenti Piaggio alla società Laerh, anche al fine di consentire un subitaneo reimpiego dei lavoratori ex Piaggio in attesa di ricollocazione; che il Governo assuma iniziative concrete immediate tese a considerare con attenzione e collaborare alla pronta risoluzione delle problematiche occupazionali e di sviluppo industriale che affliggono l’azienda in questo momento storico, aggravate dalla lamentata crisi di liquidità finanziaria.  

Afferma il sindaco di Villanova Pietro Balestra:"Sono state apposto firme per realizzare lo stabilimento di Villanova  d'Albenga. Vogliamo combattere questa battaglia per i lavoratori e le loro famiglie, per i nostri giovani e per il territorio . I vertici Aziendali devono portare soluzioni positive per la Piaggio. Dopodomani saremo presenti anche noi al Mise, ci sarà  la Regione i rappresentanti sindacali e il Governo tutti per chiedere risposte serie dall'Azienda perché  stiamo parlando di un'azienda che ha commesse e che quindi deve andare avanti." 

La voce dei lavoratori:"Abbiamo 4 programmi velivolistici in sviluppo con commesse certe il tutto nonostante le difficoltà del trasferimento. Stanno parlando del nostro futuro lontano da noi nonostante il lavoro da fatturare. Gli azionisti possono presentarsi a testa alta ovunque grazie a noi lavoratori. Abbiamo 100 anni di storia alle spalle e vogliamo proseguire la nostra storia. Tutto il territorio ci deve sostenere per vigilare sulla trattativa tra proprietà e governo. Nel giugno 2014 è  stato fatto un patto importante da tenere in considerazione e non superare"

Afferma il sindaco Frascherelli:"Questa crisi viene vissuta a Finale come se Piaggio fosse ancora sull'Aurelia a finale ed è  ancora parte della sua storia. Stiamo discutendo ancora di accordi che la Piaggio in passato ha sempre disatteso per questo il nostro impegno è  importante. Le cose sono andate in maniera diversa da quanto prospettato inizialmente e il comune di Finale Ligure ha offerto è si è  resa disponibile al sacrificio della delocalizzazione piaggio"

Parla Ferrari consigliere di Finale Ligure:"Ai tempi Finale ha vissuto un momento drammatico. In questa riunione il comune di Finale si era impegnato a trasformare le ex aree Piaggio a determinate condizioni. Io credo che il comune di Finale questa sera si debba impegnare così  come era stato fatto in allora a bloccare il nuovo atto di trasformazione di quelle aree fino a che la Piaggio non darà risposte certe ai lavoratori. Io mi auguro che questa sia la posizione di Finale le due questioni non sono separate."

Sindaco di Albenga Cangiano:"L'idea è  partita da Balestra e tutti hanno poi condiviso. C è  un patto e va rispettato. Siamo di fronte ad un'azienda importante per tutto il territorio. Non possiamo permettere che altre persone rimangano senza lavoro. Noi dobbiamo combattere questa battaglia che è  di tutti e solo così possono arrivare i risultati. Mi è  stato comunicato poco fa che il Mise due giorni fa ha emesso un decreto per pagare 9 milioni 180 mila da liquidare alla Piaggio. Somma che nn risolve nulla ma che permette di affrontare questa tematica con più  serenità ed evidenzia un impegno da parte del Governo. La piaggio è  ritenuta come una eccellenza e questa è  la comunicazione che mi è  arrivata da Franco Vazio che oggi è  a Roma per parlare anche di questa tematica.

Afferma il consigliere comunale Rosy Guarnieri:"Sono qui a dire che tutto quanto riportato è  un atto dovuto per i lavoratori Piaggio e le ditte esterna lizza te.  Sul caso Piaggio sono stati fatti tanti errori come quello di non vincolare il rifacimento delle aree dismesse alla realizzazione del nuovo stabilimento e degli accordi. Credo che la valorizzazione delle aree dismesse debba essere presa in considerazione. Noi il giorno dell'inaugurazione abbiamo preso le parti dei lavoratori. Sui 100 lavoratori che dovevano essere ricollocazione in Laerh solo una 20 sono stati assunti gli altri sono in cassa integrazione. Questo documento non era incisivo ma così come modificato dal comune di Albenga lo diventa perché  si dimostra con questo un impegno concreto del Governo. Noi siamo favorevoli all'approvazione del documento così come modificato "

Afferma il consigliere Provinciale Eraldo Ciangherotti"Vorrei inserire un emendamento nel corpo della delibera. La regione Liguria ha finanziato per due milioni di euro la piaggio e la provincia ha finanziato per oltre un milione di euro percorsi formativi. In passato sono stati investiti dei soldi pubblici e l'interesse unanime deve esserci da parte di tutto il territorio".

Consigliere Regionale Luigi De Vincenzi:"La regione c' è  è tutti insieme dobbiamo affrontare questo problema. E ricordo quanto rappresentato dalla Paita : Ho sempre seguito la vertenza Piaggio. Dopo una fase di difficoltà pensavamo che l'intesa raggiunta avesse messo al sicuro l'azienda. Il nostro obiettivo come PD è  quello di superare questa situazione e non fermarci fino alla risoluzione della problematica. "

Melis consigliere regionale 5 Stelle:"Noi abbiamo fatto da subito quanto potevamo per far in modo di parlare di Piaggio a Roma. In sostanza a nome del mio gruppo manifesto il massimo sostegno a questa vertenza.  Il nostro territorio non può permettersi crisi occupazionali di questo calibro e dobbiamo essere uniti al di là  del colore politico per portare a casa il risultato".

Lavoratore Piaggio consigliere comunale Loano Roberto Franco:"Gli aerei Piaggio viaggiano in tutto il mondo è l'orgoglio della Liguria è  legato a questa. Non trovare una soluzione per Piaggio e per Learh di Albenga significherebbe perdere gli ultimi presidi industriali di altissima qualità  in Liguria. Questa situazione di stallo deve finire. In Piaggio c' era una sinergia importante tra tutti i lavoratori che hanno la conoscenza di tutti i componenti di un aereo. Piaggio deve continuare a volare ed essere un'eccellenza". 

Il sindaco di Ceriale Ennio Fazio:"Io vorrei fare un'analisi un po' diversa la piaggio è  il futuro per i nostri giovani. Cosa offriremo ai nostri figli? Un biglietto aereo per andare a lavorare all'estero? Tutta la nostra economia è  messa in discussione. Io mi domando qual è  lo scenario di questo territorio?  Tutto ciò è  inquietante e non possiamo mollare la presa. La Piaggio l'abbiamo voluta qui, quando si parlava di trasferimento si parlava della regione Campania noi abbiamo fatto fronte comune per tenerla qui e ora dobbiamo fare altrettanto perché  non dobbiamo tornare indietro al punto di partenza."

 

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore