/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 06 gennaio 2016, 13:56

Santuario, dopo due anni di chiusura nuova vita per il "Negozio dei ricordi": la Libreria Le Paoline lancia la sfida

In corso c’è una convenzione tra la libreria gestita da Roberto Fiaschi e l’ente Santuario, che a sua volta ha in comodato d’uso i locali delle Opere Sociali.

Il negozio de ricordi in piazza del Santuario

Il negozio di ricordi nella piazza del Santuario tornerà a rivivere. A gestirlo sarà la Libreria Le Paoline di Savona e tutto nasce dalla volontà di dare una risposta all'abbandono del Santuario, a partire proprio dall’Anno Santo della Misericordia.

In corso c’è una convenzione tra la libreria gestita da Roberto Fiaschi e l’ente Santuario, che a sua volta ha in comodato d’uso i locali delle Opere Sociali. Lo storico negozio in piazza della Basilica sarà presto riaperto e potrà garantire il proprio servizio ai pellegrini durante il periodo del Giubileo.

“L’intenzione c’è e, in attesa di raccogliere i documenti necessari per avere la gestione del locale, ci auguriamo di aprire entro fine gennaio
– afferma Roberto Fiaschi, titolare della Libreria Le Paoline di via Santa Maria Maggiore a Savona – Terremo inizialmente aperto il lunedì e il sabato mattina, ma tutto dipende dal riscontro che ci sarà con in fedeli e i turisti”.

Nella piazza il negozio di ricordi si trova vicino alla bottega di alimentari e alla farmacia
. Pochi altri esercizi ci sono nelle vicinanze e, dai commercianti così come dallo stesso Fiaschi, emerge la difficoltà di gestire un’attività a scopo di lucro. “Infatti non abbiamo aspettativa di guadagno, la nostra volontà è quella di fare rivivere il Santuario a partire dall’attività commerciale per attirare turisti e fedeli”, afferma.

Attualmente la vetrina è già stata allestita con addobbi natalizi: “Abbiamo sistemato la vetrina con qualche decoro e con le luminarie, per rivitalizzare il locale, ma aspettiamo conferme per la gestione”. Attualmente infatti, l’unica proposta per ridare vita al negozio di ricordi, chiuso a due anni e precedentemente gestito dalle Opere Sociali e poi dall’ente Santuario, è giunto dalla Libreria Le Paoline.

Un punto di partenza per contribuire alla rinascita del complesso del Santuario,
 secondo Roberto Fiaschi "i cittadini e i fedeli sono i principali responsabili del Santuario" e afferma: "Per farlo rinascere tutto dipende da loro e da noi commercianti. Infatti l'intenzione inizialmente sarà quella di tenere aperto due mattine a settimana e, se ci sarà un riscontro positivo con un afflusso di gente, gli orari per garantire il servizio possono aumentare".

Debora Geido

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore