Cronaca | mercoledì 23 luglio 2014 01:35

24 Ore

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Ricerca

Cronaca | martedì 16 aprile 2013, 00:01

Attentato terrorista alla maratona di Boston: i valbormidesi stanno bene

Condividi |  

Le voci sui social network di chi ha vissuto sul posto la tragedia. Verificate la presenza di amici savonesi con il form di Google

"Finita la maratona di Boston prima dell'attentato che sta facendo preoccupare tanti amici. Stiamo tutti bene. La citta' adesso e' in panico". Con queste parole Fulvio Briano, sindaco di Cairo Montenotte, ha voluto rassicurare gli amici tramite Facebook: i cairesi iscritti alla maratona non sono stati coinvolti nelle esplosioni.

Le due bombe piazzate sul traguardo hanno fatto 3 vittime, tra cui un bimbo di 8 anni, e un centinaio di feriti. I savonesi sul posto raccontano la tragedia tramite facebook e twitter. "Incredibile come la piu' importante maratona al mondo possa diventare tragedia. Qui la citta' e' blindata e tutti hanno paura", scrive ancora Briano. E i commenti di chi è in Italia sono sempre gli stessi: "Tornate al più presto".

Anche Stefano Valsetti, vice sindaco di Cairo, racconta dal proprio cellulare: "Voglio tranquillizare tutti quelli mi conoscono e che sanno che sono a Boston ed ho corso la maratona, c'e stato un attentato con esplosione di due bombe proprio sul traguardo, io ero transitato di lì da appena 9 minuti, per fortuna, sto bene ad anche i miei familIari che sono con me".

Mentre si cerca di capire se altri savonesi erano presenti alla maratona (gli italiani erano in totale 227), Google ha messo a disposizione uno strumento, una sorta di "cercapersone": invitiamo tutti coloro che sono a conoscenza di qualche savonese a Boston in queste ore, o che avessero anche solo il dubbio, ad utilizzarlo su questa pagina, e a segnalarci la loro situazione.

a.c.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore