/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Cronaca | sabato 06 febbraio 2016, 17:30

Don Chizzolini di nuovo nel mirino degli anonimi di “Charlie Hebdo - giornale irresponsabile –edizione ingauna"

“Don Schizzo” – così viene soprannominato Chizzolini – viene accusato di essere “sempre pronto a predicare male e razzolare peggio” ed ancora di “a Natale di respingere divorziati e conviventi” solo alcune delle frasi rivoltegli.

L’attenzione torna su Arnasco ed in particolare su Don Chizzolini; ecco, infatti, comparire un altro volantino rivolto al parroco che, lo ricordiamo, il 22 gennaio scorso decise di non benedire e non nominare Aicha Bellamoudden compagna di Dino Andrei - morti entrambi nel drammatico crollo della palazzina di Arnasco - durante il loro funerale.

Da quell’episodio era nato un acceso dibattito che, dopo aver portato Don Chizzolini ad affermare di aver ricevuto una lettera di minacce e da questa la decisione di tenere quel comportamento, lo aveva convinto a chiedere ufficialmente scusa per quanto accaduto, tutto ciò a seguito di un incontro con il Vescovo Borghetti.

Scuse che non erano evidentemente bastate a molti e, sebbene una parte di fedeli non ha tardato a schierarsi di fianco al proprio parroco, un’altra parte ha preso, invece, le distanze.

Nei giorni seguenti era comparso, poi, un primo volantino rivolto a Don Chizzolini nel quale lo si apostrofava con diversi termini e gli venivano mosse diverse accuse.

Tanto non è bastato ed ecco arrivare la “Seconda Edizione” di quello che, gli anonimi autori intitolano  “Charlie Hebdo -  giornale irresponsabile –edizione  ingauna – secondo numero”.

Il riferimento a  Charlie Hebdo e a quella satira a volte giudicata blasfema sembra render forti gli autori che, senza mezzi termini, continuano a rivolgersi a “Don Schizzo” – così viene soprannominato Chizzolini –  accusandolo di essere  “sempre pronto a predicare male e razzolare peggio” ed ancora di “a Natale di respingere divorziati e conviventi” solo alcune delle frasi rivoltegli.

Diverso invece il messaggio per il Vescovo Borghetti che viene citato nel testo del volantino,  si legge, infatti, “Ringraziamo il Vescovo Guglielmo per quel bel segnale nei confronti dell’apertura alle coppie gay, un Vescovo controcorrente!”.

Un gesto goliardico, una forte presa di posizione da parte degli autori anonimi che hanno deciso di continuare la “lotta satirica” contro il parroco? Una cosa è certa, in molti ora si chiedono chi possa celarsi dietro “Charlie Hebdo -  giornale irresponsabile –edizione  ingauna” e se ci sarà un “terzo numero” .

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore