/ Cronaca

Affari & Annunci

Propone vendita e noleggio attrezzature: forno trivalente, cuocipasta, cappa, armadio frigo, cucine, lavapiatti, lavello, banco bar, fabbricatore ghiaccio, usati con garanzia 12...

signora referenziata cerca lavoro fisso, astenersi perditempo.Savona

alloggio signorile bipiano mq.170 box soppalco termoautonomo Classe A vendesi, inintermediari. Preferibilmente cell. al mattino

Che tempo fa

24 Ore

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Cronaca | venerdì 12 febbraio 2016, 15:58

Finale Ligure, la distraggono con le rose e le sfilano i soldi, ma la pensionata avverte i carabinieri

Il fatto è avvenuto nella giornata di ieri nell’area parcheggio del supermercato “Tuo Dì” a Finalpia. Denunciati tre ambulanti abusivi di origine marocchina per tentata truffa

Denunciati dai Carabinieri della stazione finalese tre ambulanti abusivi di origine marocchina per tentata truffa ai danni di un'anziana signora di Finale Ligure. Il fatto è avvenuto nella giornata di ieri nell’area parcheggio del supermercato “Tuo Dì” a Finalpia. 

Secondo quanto ricostruito, con la scusa di vendere delle rose, i tre ambulanti sono riusciti a confondere la donna e sfilargli una banconota da cinque euro dal borsello. Accortasi dell'inganno subito, con pronto spirito di reazione, l'anziana signora ha recuperato la banconota lasciata cadere dall’ambulante all’interno di un secchio contenente alcuni fiori in vendita. 

Fallito il primo tentativo, l'ambulante ha ritentato con la complicità di altri due connazionali, tentando invano di prelevare altro denaro dal borsello della donna.  Una volta raggiunto il supermercato, l'arzilla finalese ha immediatamente contattato il 112; a recarsi sul posto una pattuglia che su indicazione della vittima, ha bloccato immediatamente gli ambulanti. 

I tre "truffatori" sono stati portati presso il Comando della Compagnia di Albenga per le operazioni di foto-segnalamento e denunciati all'Autorità Giudiziaria. Contestato anche l'esercizio abusivo dell’attività di commercio itinerante. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore