/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Buono stato di conservazione sia estetica che funzionale, colore blu, parcheggiata in garage privato. Documentazione...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | giovedì 28 gennaio 2016, 19:30

Guardia di Finanza in Comune ad Albenga per fare chiarezza sull'operazione edilizia a San Fedele

Opere di urbanizzazione e relativi oneri, indagini in corso da parte del nucleo di polizia giudiziaria

Una vicenda complessa iniziata diversi anni fa quando il comune di Albenga aveva concesso ad alcune cooperative di poter costruire palazzine residenziali in zona San Fedele.

Le cooperative versavano, di contro, una somma relativa agli oneri di urbanizzazione al comune di Albenga.

Tuttavia la “palla” relativa alla realizzazione di tali opere di urbanizzazione, pare essere passata di mano in mano tra cooperative, e Comune e, in tutto questo “gioco” solo una parte delle opere è stata realizzata lasciando di certo solo il malcontento delle famiglie che nel frattempo avevano acquistato gli appartamenti in quella zona e che si trovano, ancor oggi, ad esempio con un piazzale in terra non pavimentato e con un parco giochi a metà.

Nei giorni scorsi la Guardia di Finanza  del nucleo di polizia giudiziaria, proprio in merito a tale vicenda, ha effettuato un accesso negli uffici comunali per acquisire la documentazione relativa ai versamenti, alle opere di urbanizzazione e alla realizzazione  di tali edificazioni iniziando anche ad ascoltare persone informate sui fatti sui quali solo le opportune indagini potranno fare chiarezza.

Nel frattempo i rappresentanti del comitato San Fedele affermano "Abbiamo creato il comitato alcuni mesi fa proprio con lo scopo di evidenziare la situazione nella quale siamo costretti a vivere. Siamo circa 200 persone che vivono in questa zona ed abbiamo aspettato anni affinchè qualcuno si occupasse di completare alcune opere che ci hanno promesso. Tra queste in primis il piazzale che ogni volta che piove diventa una "piscina". Alla fine in alcune occasioni abbiamo anche deciso di fare qualcosa in prima persona scendendo in piazza per la pulizia e per eliminare alcuni evidenti pericoli tra i quali i nostri bambini erano costretti a stare. Ci siamo recati diverse volte in comune, il sindaco Cangiano ha già partecipato ad alcune iniziative come "Piazza Pulita" e altre ne faremo in futuro. Speriamo che presto la situazione possa risolversi"

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore