/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Cronaca | lunedì 11 gennaio 2016, 07:46

Ondata di furti nel comprensorio ingauno, incontro sulla sicurezza a Villanova, paura tra i residenti: "Vogliamo tornare a dormire sonni tranquilli"

Cangiano: "Chiederemo al Prefetto più uomini e cercheremo di aumentare la videosorveglianza"

Gli abitanti del territorio si sono riuniti ieri sera a Villanova d'Albenga per discutere del l'ondata di furti che ha segnato Albenga e, in particolare, l'entroterra ingauno.

Circa duecento persone che hanno voluto rappresentare il loro disagio "Vogliamo tornare a dormire sonni tranquilli" "Basta piangere, basta paura, ora si deve fare qualcosa e anche noi vogliamo sapere come dobbiamo comportarci e cosa possiamo fare  per aiutare le forze dell'ordine".

L'esasperazione, ormai, è  palpabile tra la gente e  il problema sicurezza è  diventato una vera e propria emergenza, con il rischio (emerso anche durante l'incontro di ieri), che dalle parole qualcuno possa decidere di passare presto ai fatti.

"Se avessi un arma in casa la userei - afferma una donna, ma non è  la sola a pensarla in questo modo - Sono una donna sola, abito con mia figlia e adesso ho paura" ed ancora diverse le testimonianze dettate da paura e rabbia emerse "Le persone davvero dormono tenendo un bastone vicino al letto". 

A prendere la parola e raccontare la propria esperienza da cittadino anche Gianpiero Rinaudo,  assessore di Testico: "Hanno tentato di entrarci in casa, me ne sono accorto, li ho trovati dietro al vetro della finestra e li ho messi in fuga. Giusto l'altra sera, però, ho sentito un forte colpo alla porta, anche in questo caso ho acceso le luci e non mi sono entrati in casa, ma da quel giorno io e Marina non dormiamo più"

All'incontro erano presenti anche il comandante dei Vigili Urbani di Albenga Soru, dei Vigili di Villanova Pellitteri,  i sindaci Giorgio Cangiano (Albenga) e Pietro Balestra (Villanova) e molti amministratori del territorio che hanno voluto ascoltare le richieste dei cittadini e impegnarsi per aumentare  la sicurezza sul proprio territorio.

Venerdí  ad Albenga un tavolo di lavoro proprio sul tema sicurezza per un confronto con le istituzioni sul delicato tema "Sicuramente chiederemo al Prefetto più  uomini perché  viviamo una vera e propria emergenza e se certamente le Forze dell'ordine stanno facendo tutto il possibile, in base alle proprie risorse e possibilità, certo è  che la percezione dei cittadini è  quella di insicurezza e così  non deve più  essere".

Continua Cangiano "Da altro lato cercheremo anche noi di fare in modo di aumentare la videosorveglianza in città  prendendo spunto anche dall'iniziativa del sindaco Balestra, infine fondamentale è  la collaborazione dei cittadini e le loro segnalazioni".

Nessun atto eroico, però, questa la raccomandazione giusta dalle istituzioni. 

No ad iniziative private diverse dalla segnalazione ai Carabinieri ,  no alla ricerca di un contatto con queste persone, la sicurezza attiva -anche per legge- si specifica, è  una competenza esclusiva delle Forze dell'ordine.

A prendere la parola anche il sindaco Pietro Balestra "Anni fa a Villanova  facemmo le ronde, fortunatamente  non successe nulla,ma finita l'emergenza ho ringraziato  il cielo fosse andato tutto bene. Quello non è  il metodo migliore per agire."

La risposta del primo cittadino villanovese è  però  chiara e concreta "Diverse le segnalazioni già  accolte e dal canto nostro stiamo facendo il possibile. Mi recò personalmente insieme ai cittadini che mi segnalano problematiche di illuminazione e la presenza di vegetazione alta nella quale potrebbero trovare rifugio i malviventi sul territori. Effettivamente  alcune situazioni che non conoscevamo sono problematiche  e su esse interverremo  al più  presto."

"Risolvere mo il problema illuminazione e agire mo su vegetazione e arbusti, inoltre -aggiunge e questa è  l'iniziativa a cui si riferiva Cangiano- abbiamo già  preso  contatti con una ditta per l'installazione di telecamere a infrarossi adatte anche al buio e direttamente controllate da un operatore. Ciò  permetterebbe l'immediato  intervento delle Forze dell'ordine in caso di necessità. Nei prossimi giorni avremo un colloquio  con i responsabili  della ditta che si occupa di tale materia per le opportune  valutazioni del caso".

Importanti  indicazioni sono emerse ieri anche da parte dei Vigili Urbani che, oltre la propria vicinanza con la popolazione hanno voluto evidenziare la necessità  che si proceda effettivamente a chiamare gli aggregati cioè  gli agenti che in altri territori non sono indispensabili per farli intervenire nell'entroterra  ingauno, ma sopratutto  quello che si è  voluto sottolineare in maniera forte la necessità  che nessun privato cittadino agisca in maniera diretta.

Inoltre precisa il comandante Soro "Segnalazioni sono importanti, così  come è  importante l'iniziativa di questa sera, l'aggregazione, la discussione, curare i rapporti di buon vicinato. Altrettanto importante  cercare di non dare indicazioni precise che potrebbero aiutare i malviventi e ostacolare le indagini di Polizia. Importante, se possibile, dotarsi delle misure di sicurezza passive quali telecamere, allarmi, inferiate" .

Ma anche piccole accortezze che vanno dal chiudere sempre le imposte e la porta di casa anche se si esce per poco tempo, magari se siamo in casa posizionare oggetti dietro porte e finestre in modo che, se fossero aperte, farebbero rumore avvisano ci del pericolo, per le porte blindate lasciare la mezza mandata e non chiudere fino in fondo con tutti i giri per impedire la possibilità che la porta venga aperta utilizzando la chiave bulgara e soprattutto  non ignorare quei segnali di allarme e allerta che possono esserci e segnalare i dubbi alle Forze dell'ordine, naturalmente  evitando di eccedere negli allarmismi per non intasare le attività delle autorità  preposte alla sicurezza.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore