/ Eventi

Affari & Annunci

Propone vendita e noleggio attrezzature: forno trivalente, cuocipasta, cappa, armadio frigo, cucine, lavapiatti, lavello, banco bar, fabbricatore ghiaccio, usati con garanzia 12...

signora referenziata cerca lavoro fisso, astenersi perditempo.Savona

alloggio signorile bipiano mq.170 box soppalco termoautonomo Classe A vendesi, inintermediari. Preferibilmente cell. al mattino

Che tempo fa

24 Ore

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Eventi | lunedì 11 gennaio 2016, 08:58

A Finale Ligure in scena "La banalità del male", libro inchiesta di Hannah Arendt

L'evento è fissato per il prossimo 27 gennaio, in occasione del Giorno della Memoria

 

In occasione delle celebrazioni per il Giorno della Memoria (27 gennaio), il Teatro delle Udienze di Finalborgo in Piazza del Tribunale propone una serie di iniziative, spettacoli, film ed approfondimenti per riflettere insieme sul senso più ampio e profondo del "Ricordare". Punta di diamante di questa serie di iniziative, sarà lo spettacolo "La banalità del male" portato in scena dalla straordinaria attrice e regista Paola Bigatto nell'ambito della rassegna La Riviera dei Teatri 2015/'16 del Comune di Finale Ligure.

 

Il male nasce dalla mancanza di idee.

Dal fondamentale testo della filosofa tedesca di Hannah Arendt, nasce un monologo atipico in cui l’attrice si rivolge alla platea come una docente, con la sua cartellina e i suoi abiti in stile anni ’60. La banalità del male è il libro-inchiesta scritto dalla Arendt dopo aver assistito al processo del funzionario nazista Otto Adolf Eichmann, l’uomo che realizzò logisticamente la “soluzione finale”, l’Olocausto del popolo ebraico. Hannah Arendt osserva la macchina della giustizia e scopre che è la menzogna la principale artefice delle tragedie naziste: negarsi le verità conosciute è il meccanismo criminale che porta il male ad apparire banale,una realtà sempre presente, in agguato nella pigrizia mentale, nell’inattività, nel delegare le scelte di vita ad altri, nell’usare la banalità e la mediocrità come alibi morali.

Ingresso: 15 euro, ridotto over 65: 13 euro, ridotto soci ass. baba jaga e under 30: 11 euro. Possibilità di abbonamento.


Per informazioni e prenotazioni (caldamente consigliate):


Teatro delle Udienze
Piazza del Tribunale_Finalborgo
Tel. 327 4743920
teatrodelleudienze@gmail.com
www.teatrodelleudienze.org

 

 

 

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore