/ Eventi

Spazio Annunci della tua città

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Buono stato di conservazione sia estetica che funzionale, colore blu, parcheggiata in garage privato. Documentazione...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | domenica 31 gennaio 2016, 15:01

Ad Albenga gli Alpini ricordano i caduti della Nikolaiewka

Della Tridentina riucirono a salvarsi 1300 alpini su 15000, della Cuneense poche decine

Gli Alpini di Albenga hanno voluto onorare i loro commilitoni della seconda guerra mondialie, mandati da Mussolini allo sbaraglio sul fronte russo. Nonostante l'equipaggiamento assurdamente inadeguato, gli alpini della Tridentina e della Cuneense  combatterono eroicamente e, nonostante l'inferiorità dei mezzi, riuscirono a crearsi un varco per tentare di salvarsi. Della Tridentina riucirono a salvarsi 1300 alpini su 15000, della Cuneense poche decine.

Oggi l'Associazione di Albenga, di cui è Presidente Carlo La Greca, ha reso onore ai caduti della Nikolaiewka, portandosi, assieme al Sindaco Giorgio Cangiano, ad Angelo Vaccarezza e a tutti i rappresentanti della altre Armi, dalla sede dell'Associazione sul LungoCenta in piazza XX Settembre dove nel 2008 è stato realizzato da Flavio Furlani un monumento dedicato ai caduti Alpini. Le note musicali della banda cittadina, che ha suonato l'inno nazionale hanno accompagnato il corteo di ritorno al Sacro Cuore, dove il cappellano degli Alpini don Cesare Donati ha celebrato la Messa, alla fine della quale il generale Giacomo Verda ha letto la Preghiera dell'Alpino.

r.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore