/ Politica

Affari & Annunci

Propone vendita e noleggio attrezzature: forno trivalente, cuocipasta, cappa, armadio frigo, cucine, lavapiatti, lavello, banco bar, fabbricatore ghiaccio, usati con garanzia 12...

signora referenziata cerca lavoro fisso, astenersi perditempo.Savona

alloggio signorile bipiano mq.170 box soppalco termoautonomo Classe A vendesi, inintermediari. Preferibilmente cell. al mattino

Che tempo fa

24 Ore

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Politica | martedì 05 gennaio 2016, 11:57

La provincia di Savona sopravvive, sindaci uniti nell'emergenza. Il presidente Giuliano: "Capaci di fare sistema"

Bilancio dell'ente provinciale nel 2015 e prospettive per il 2016

“Attualmente sono in corso dei percorsi importati dal punto di vista produttivo che ci auguriamo possano trovare definizione nel 2016 e nel 2017. Sarà un anno intenso, ma ritengo ci siano presupposti importanti dal punto di vista economico”. E’ ottimista il presidente del nuovo ente provinciale rivisitato con la Legge Delrio, nonostante sia trascorso un anno di difficoltà economiche per la Provincia, a partire dai tagli, dalle risorse economiche precarie, al rischio fallimento.

Interviene il presidente della Provincia di Savona, Monica Giuliano: “Abbiamo vissuto come ente provinciale un anno molto difficile, ma anche in questo caso la Provincia si è rivestita del nuovo ruolo e devo ringraziare tutti i sindaci della provincia di Savona per aver affrontato insieme i problemi – afferma – In un contesto economico difficile la Provincia e i sindaci hanno collaborato per finalità importanti, dalla gestione del servizio idrico a quello dei rifiuti, e c’è sempre stata molta sinergia”.

Dopo un anno di esperienza Delrio, la provincia di Savona è sopravvissuta: “Siamo riusciti ad approvare un bilancio – afferma il presidente - L’ente ha coperto le spese del personale e ha dato alcuni contributi agli enti territoriali. Stiamo vivendo in emergenza, le risorse non ci sono ed è molto difficile programmare senza avere le possibilità economiche”.

Ma c’è un aspetto interessante secondo Monica Giuliano: “La capacità di fare sistema tra amministratori pubblici. In questo periodo si sono sviluppate numerose convenzioni per molti servizi, dalle progettazioni, alla ragioneria e alla contabilità. Il sistema convenzionale sta funzionando e rispetta i dettami della legge Delrio”.  E continua: “Il mio obiettivo, come presidente, è stato quello di portare a compimento questa legge, con una capacità di razionalizzare al massimo le spese e di portare a casa un bilancio: il tutto attraverso la sinergia creata con gli enti locali. I grandi risultati li otterremo l’anno prossimo quando definiremo anche i bacini ottimali di raccolta dei rifiuti e i bacini del servizio idrico”.

Sulla riduzione del personale e gli esuberi nell’ente provinciale in seguito alla riforma si è passati da 350 dipendenti al 8 aprile 2014 a 230 dipendenti di oggi. Afferma il presidente Giuliano: “Puntiamo ad arrivare entro la fine del 2016 a 167. Le persone uscite dalla Provincia sono state riassorbite nei Comuni mentre 10 sono state dislocate in Tribunale (7 a Savona e 2 a Genova)e in Procura (una)”.

Debora Geido

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore